12.8 C
Bastia Umbra
28 Febbraio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

NOTA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE IN RISPOSTA AL CAPOGRUPPO LEGA PASTORELLI IN MERITO A SINERGIE CON LA REGIONE.

Ancora una volta il consigliere regionale Stefano Pastorelli, dimostrando la sua inadeguatezza politica, confonde lucciole per lanterne e mischia questioni completamente diverse con l’unica finalità di fare gratuita demagogia confusoria.

Vero è che il Comune di Assisi ha vinto in primo e secondo grado davanti alla giustizia amministrativa i ricorsi volti ad accertare l’illegittimità dell’esclusione del Comune dai benefici del Puc 2 per un progetto del valore di 6 milioni e 600 mila euro.

Le due sentenze passate in giudicato hanno determinato, per il Comune di Assisi, la doverosa richiesta di risarcimento alla Regione per il medesimo importo del progetto (ovvero 6 milioni e 600 mila euro).

Il Tar ha rigettato in prima istanza la richiesta del Comune, pur riconoscendo l’illegittimità dell’azione della Regione Umbria, sostenendo che non vi è prova che il progetto comunale escluso sarebbe stato poi effettivamente finanziato.

La posizione espressa dal Tar non convince l’amministrazione comunale proprio perché sono stati annullati i criteri di aggiudicazione. Questo rende impossibile ciò che il Tar pretenderebbe.

Per questa ragione il Comune sta valutando di ricorrere in appello.

Quanto invece evoca il consigliere regionale Pastorelli appartiene a percorsi di finanziamento che la Regione propone con procedure di evidenza pubblica (bandi) che, in quanto tali, non possono e non devono essere oggetto di alcuna negoziazione!

Vero è che quei progetti a cui Pastorelli si riferisce ben possono essere oggetto di finanziamento regionale e nulla hanno a che valere con il contenzioso in corso.

Se non fosse così ci troveremmo di fronte a gravi illegittimità!

In realtà il contenzioso ha un suo percorso, peraltro con sentenze favorevoli al Comune, già passate in giudicato, mentre la partita dei finanziamenti elencati da Pastorelli (peraltro attinenti a fondi sisma e a fondi per il dissesto idrogeologico) è di altra natura, come tutti i cittadini comprendono.

Ci si augura che la Regione, ignorando le assurde congetture di Pastorelli, valuti la necessità degli interventi sulla base dei danni subiti a causa del sisma e delle alluvioni, e pertanto ritenga di finanziarli, a prescindere dal contenzioso che ha tutt’altro oggetto.

 

30/11/2023

Stemma
__________________
Ufficio Stampa
Città di ASSISI

Lascia un commento