23.8 C
Bastia Umbra
12 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra

MONCIOVETA IN VISIBILIO: LIZZA, SFILATA E 16° PALIO!

Il Rione Moncioveta vince una lizza emozionante grazie soprattutto a Giovanni Bianchi che è stato protagonista assoluto della quarta frazione con una rimonta incredibile. La giuria tecnica delle sfilate ha consacrato il rione capitanato da Michele Betti che, grazie anche all’exploit della lizza, si aggiudica con merito la 61° edizione del Palio de San Michele. Il Rione San Rocco fa un tris: Premio Monica Petrini con Rodolfo Mantovani, Premio Stella Nascente con Bianca Alessandrini e Premio Miglior Cucina. Al Rione Sant’Angelo il Premio Miglior Carro con il “Pesce Lanterna”. Il Rione Portella invece si consola con il Premio Don Luigi Toppetti.   

 

Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni, con tribune gremite e folla riversata lungo tutta Piazza Mazzini, si è svolta ieri sera l’ultima prova ai fini dell’assegnazione del Palio.

Moncioveta, Portella, Sant’Angelo e San Rocco si sono sfidati nella lizza, un’emozionante staffetta 4×400 corsa tra i sanpietrini e caratterizzata da due ripartenze (bidoni).

L’evento, trasmesso in diretta streaming su terrenostre.info e su paliodesanmichele.it, è stato visto online da circa 5000 persone!

Una gara unica, elettrizzante ed adrenalinica che, anche quest’anno, non ha deluso le attese.

Dopo lo sconvolgente epilogo della precedente edizione con la squalifica in extremis per un’irregolarità al primo bidonte, il rione Moncioveta si è preso una netta rivincita vincendo la Lizza di quest’edizione grazie e soprattutto a Giovanni Bianchi che ha letteralmente stravolto la quarta frazione con una prova di forza devastante. Portella (2°), Sant’Angelo (3°) e San Rocco (4°) hanno lottato con le unghie e con i denti ma alla fine si sono dovuti arrendere allo strapotere fisico dei ragazzi capitanati da Michele Betti.

Ma che lizza è stata?

Nella prima frazione grande bagarre al primo bidone con Sebastiano  Ragusa (San Rocco), Nicola Ciancabilla (Sant’Angelo), Simone Paparelli (Portella) e Tommaso Bibi (Moncioveta).

Dalla ressa è uscito per primo Ragusa che ha provato a scappar via ma è stato superato in prossimità della seconda virata da Ciancabilla con Paparelli e Bibi a seguire. Nel risalire grande bagarre tra Ciancabilla, Ragusa e Paparelli che, in quest’ordine, hanno lasciato il testimone praticamente insieme a Andrea Lilli (Sant’Angelo), Giulio Fiorelli (San Rocco) e Pierluca Trecchiodi (Portella). Attardato di qualche metro l’esordiente Tommaso Bibi che ha cambiato con Giovanni Cinquegrana (Moncioveta). Alla prima virata grande ressa con Lilli avanti su Fiorelli e Trecchiodi. Il ritmo è forsennato e nell’andare giù verso il comune, enorme exploit di Trecchiodi bravo ad inserirsi tra Lilli e il secondo bidone. Nella risalita le distanze si sono accorciate fra tutti e il gruppo presidiato da Trecchiodi ha raggiunto la zona cambio quasi in concomitanza. Giusepponi (Portella), Beshiri (Sant’Angelo), Palini (San Rocco) e Chiurulla (Moncioveta) sono ripartiti insieme verso la prima virata. Tuttavia il cambio ha modificato qui equilibri con Beshiri avanti su Giusepponi e Chiurulla con Palini subito dietro. Nella corsa in discesa grandissima prova di Chiurulla che sorpassa Giusepponi e si porta a ridosso di Beshiri, bravo comunque a mantenere la testa della corsa. Dopo la seconda virata però le cose sono cambiate ancora; Chiurulla accusa lo sforzo e viene raggiunto e superato da Giusepponi, Palini fa altrettanto ma nel frattempo anche Beshiri, perde distanze. In prossimità del cambio arrivano ancora tutti appaiati.

Il primo a ripartire è Tortoioli (Sant’Angelo), a seguire Canestri (Portella) Susta (San Rocco) e Bianchi (Moncioveta). Dopo soli dieci metri Bianchi supera Susta e si porta a ridosso degli altri. Canestri prova l’attacco e supera Tortoioli a metà discesa, nel mentre Bianchi ne approfitta e segue la scia del portellano. Bianchi però non ha ancora finito di stupire e ancor prima del secondo bidone sferra l’attacco decisivo e si porta in testa. Bianchi sembra di un altro pianeta rispetto agli altri. Partito da ultimo prima del cambio è riuscito progressivamente a sorpassare tutti prima ancora di arrivare a metà del percorso. Il tratto di risalita questa volta è senza storia e Bianchi corre in solitaria lasciando il vuoto dietro di sé. Quando giunge al traguardo tra lui e gli altri il divario è aumentato considerevolmente. Gli altri posti rimangono invariati con Canestri (Portella) che conserva la posizione ottenendo un ottimo secondo posto, Tortoioli (Sant’Angelo) e Susta (San Rocco) chiudono la lizza al terzo e quarto posto.

Subito dopo la Lizza, l’apertura delle buste con i giudizi delle Sfilate da parte della giuria tecnica 2023 composta da personalità di riconosciuta fama nazionale nel mondo dello spettacolo: Gianfranco Anzini (regista, autore televisivo – Presidente di Giuria), Alessandra Mortelliti (attrice, scrittrice, regista), Pio Stellaccio (attore), Laura Soprani (scenografa, scultrice, artista, arredatrice, design), Alberto Bassetti (scrittore teatrale, regista) e Lia Francesca Morandini (costumista).

Il rione San Rocco capitanato da Simone Ercolani ha fatto un tris di presi. Dapprima si è aggiudicato il Premio come Miglior Cucina assegnato dalla Pro Loco di Bastia Umbra, poi si è aggiudicato sia il Premio “Monica Petrini” con Rodolfo Mantovani (per la 5° volta nella storia del Palio nominato come miglior attore, ndr), che il Premio “Stella Nascente” con Bianca Alessandrini.

Il rione Sant’Angelo vince la seconda edizione del Premio al Miglior Carro con il “Pesce Lanterna” mentre il rione Portella si aggiudica il “Premio Don Luigi Toppetti”.

Dopo i riconoscimenti individuali è iniziato lo spoglio più determinante, quello riguardante la classifica delle sfilate.

L’APPARENZA IN…GLASSA del rione Moncioveta è stata la sfilata che ha prevalso nelle preferenze della giuria centrando 10 punti. Seconda piazza per “A ME MÌ” del rione San Rocco. Nel gradino più basso del podio si è collocato il rione Sant’Angelo con “CATABASI”, mentre il rione Portella ha chiuso la classifica delle sfilate 2023 con “IL CONDOMINIO”.

 

Quindi, nonostante l’ultimo posto ai giochi, il Rione Moncioveta si aggiudica la 61° edizione del Palio de San Michele disegnato dall’artista Valerio Barbetti.

Con questo risultato il Rione capitanato da Michele Betti raggiunge in vetta dell’albo d’oro il rione Portella con 16 vittorie.

L’albo d’oro della manifestazione è guidato da Moncioveta e Portella con 16 Palii, a seguire San Rocco con 14 e Sant’Angelo che chiude la classifica con 12 Palii vinti.

 

La classifica finale della 61a edizione del Palio de San Michele:

1° Rione Moncioveta 16 p.ti

2° Rione Sant’Angelo 11 p.ti

3° Rione San Rocco 10 p.ti

4° Rione Portella 7 p.ti

 

Sfilate

1° Rione Moncioveta 10 p.ti

2° Rione San Rocco 6 p.ti

3° Rione Sant’Angelo 4 p.ti

4° Rione Portella  2 p.ti

Giochi

1° Rione Sant’Angelo 5 p.ti

2° Rione San Rocco 3 p.ti

3° Rione Portella  2 p.ti

4° Rione Moncioveta 1 p.to

Lizza

1° Rione Moncioveta  5 p.ti

2° Rione Portella 3 p.ti

3° Rione Sant’Angelo 2 p.ti

4° Rione San Rocco 1 p.ti

 

Il capitolo dei premi si chiude con il 12° concorso fotografico “Il Palio… dietro le quinte”.

 

La giuria tecnica, presieduta da fotografi di fama nazionale come Roberto Lolli, Giulio Fratticioli, Attilio Gagliardi ha stilato la seguente classifica:

1° Premio Giuria Tecnica: Beatrice Ortica

2° Premio Giuria Tecnica: Leonardo Zocchetti

3° Premio Giuria Tecnica: Maddalena Bogliari

MENZIONE A: Amedeo Martorelli

MENZIONE B: Valentina Mazzoni

INTERVISTA AL CAPITANO DEL RIONE MONCIOVETA: MICHELE BETTI

Michele Betti, al suo secondo anno da Capitano del rione Moncioveta, descrive le incredibili emozioni vissute durante la serata.

Questo Palio è strameritato, come quello dello anno scorso del resto anche se poi purtroppo ha preso una piega diversa. Già,il finale shockante della precedente edizione avrebbe potuto creare delle ripercussioni a tutto il rione. Invece ci siamo uniti ancora di più, abbiamo trasformato la rabbia in motivazione positiva e siamo ripartiti sin dai primi giorni di ottobre con la carica giusta per affrontare questo Palio. Il risultato è sotto gli occhi di tutti! Nella sfilata, nella lizza e anche nei giochi siamo stati fenomenali. Esatto, nonostante l’ultimo posto non posso dire nulla ai ragazzi perché la classifica è stata figlia di una serie incredibile di incastri sfavorevoli e rare sfortune che ci hanno visto nell’ultima posizione, malgrado abbiamo avuto due secondi e due terzi posti. È questo l’unico pelo sull’uovo di questo Palio. Ma sono strasicuro che il prossimo anno i ragazzi avranno modo di riscattarsi, perché sono fortissimi.”

Prima vittoria da capitano, quali sono le sensazioni per un ultras del rione Moncioveta come te?

“Sono nato e cresciuto in questa festa con questo rione sul cuore. Per me è un sogno che si realizza. E non è retorica… Quando ero bambino sognavo davvero di diventare capitano ed alzare il Palio davanti alla mia gente e questa sera posso dire di averlo realizzato. Ed un sogno che condivido con tutti perché ce lo meritiamo veramente. Tutto il rione se lo merita.”

Quando eri sopra il palco con il Palio tra le mani a chi è andato il primo pensiero?

“A mio figlio, senza dubbio. Ha vissuto con me ogni attimo, cresce insieme a me dentro questo rione e se posso dedicare il Palio ad una sola persona lo dedico sicuramente a lui. Ovviamente dentro quel pensiero c’è anche mia moglie… Altrimenti si offende (ride, ndr).”

Dai pensieri alle dediche. Al di là di tutto il rione, a chi va la tua personale?

“Dedico la vittoria di questo Palio a mia sorella Lucia che purtroppo viene da un paio d’anni difficili. Sta combattendo come una leonessa contro una malattia e piano piano ne sta uscendo. La dedica va sicuramente a lei che mi ha dato la forza di mettere questo mantello anche quando sembrava impossibile per tutti.”

Obiettivi futuri?

“Abbiamo raggiunto Portella in vetta nell’albo d’oro con 16 palii. L’obiettivo è solo uno. Arrivare a 17 prima di tutti!”

Questa sera, venerdì 29 settembre, come di consueto ci sarà il tradizionale spettacolo pirotecnico con i fuochi d’artificio. Le altre interviste ai protagonisti saranno pubblicate su Il Rionale di Ottobre.

Le immagini della Lizza e dell’Assegnazione del Palio 2023. Le foto sono di © FAP FOTO.

Lascia un commento