9.5 C
Bastia Umbra
22 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Cultura

ASSISI CITTÀ DI POETI, ORIGINALE PERFORMANCE PER RISCOPRIRE FIGURE POETICHE LOCALI.

Da Properzio a Metastasio, da Bini Cima a Fiumi: viaggio fra memoria e sogno con l’aiuto delle arti performative

Dal 5 al 7 settembre tre serate nell’area di San Damiano dove Francesco compose il Cantico delle Creature

Un omaggio alle figure poetiche legate ad Assisi, attraverso un viaggio fra memoria e sogno, con l’aiuto di arti performative, musica e parola, in un contesto unico e fortemente suggestivo, come l’area naturalistica intorno alla chiesa di San Damiano, dove Francesco compose il Cantico delle Creature.

È l’obiettivo di “Città di Poeti”, in programma ad Assisi dal 5 al 7 settembre prossimi, nell’ambito dell’evento “Ogni angolo ogni pietra”, ideato e organizzato dal Piccolo Teatro degli Instabili. L’iniziativa è promossa e sostenuta dal Comune di Assisi, all’interno del progetto “Assisi. Le pietre parlano/Assisi. Speaking stones”, realizzato grazie a un bando del Ministero dell’Interno, che ha premiato la proposta presentata dalla città per la promozione e il rilancio del patrimonio culturale e artistico.

L’evento è stato presentato ieri sera, in un incontro presso l’Oasi Sacro Cuore, presenti, fra gli altri, Stefania Proietti, Fabrizio Leggio e Veronica Cavallucci, rispettivamente sindaco, assessore al turismo e assessore alla cultura di Assisi. La performance si avvale anche del patrocinio dell’Accademia Properziana del Subasio e vede la collaborazione del Santuario di San Damiano–Frati Minori dell’Umbria e della Fondazione Elpis (Oasi Sacro Cuore).

“Città di Poeti” – titolo nato prendendo in prestito l’omonimo saggio della scrittrice Gemma Fortini del 1954 – sarà prima di tutto un’esplorazione all’insegna dell’ascolto, con i partecipanti chiamati ad assaporare la parola scritta e pensata da illustri figure poetiche di Assisi o ad essa collegate, come Properzio, George Herbert, Piero Mirti, Louis Le Cardonnel, Pietro Metastasio, Giuseppe Leonelli, Giovanni Bini Cima, Maria Luisa Fiumi. L’esperienza con la parola poetica sarà dal vivo e attraverso tracce audio, tramite attori e danzatori che interagiranno con gli spettatori in un luogo speciale e altamente spirituale, nel senso più ampio del termine.

“L’iniziativa – ha spiegato la direttrice artistica Fulvia Angeletti – rappresenta una grande e inedita operazione culturale. Siamo oltremodo felici del notevole contributo di tanti artisti, di riavere Maria Paiato, che ha già lavorato con noi per gli spettacoli su Pasolini e di avere, per la prima volta in un nostro progetto, il contributo di Fabrizio Gifuni. La performance si avvale inoltre, in presenza, della partecipazione di Francesco ‘Bolo’ Rossini, Amedeo Carlo Capitanelli, Ludovico Rohl, della cantante Federica Bocchini, del danzatore Paolo Rosini e della Compagnia del Piccolo Teatro degli Instabili. Il progetto sonoro è curato da Gianfranco De Franco (già ospite della prima edizione di Ogni angolo ogni pietra) e Nicola ‘Fumo’ Frattegiani, con le voci di Mauro Cardinali, Caterina Fiocchetti, Daphne Morelli, Giulia Zeetti”.

“La performance – ha evidenziato il regista Samuele Chiovoloni – getta un ponte tra le elegie di Properzio, la raffinata musicalità di Giovanni Bini Cima, le canzoni di Metastasio, le meditazioni paesaggistico spirituali di Maria Luisa Fiumi e di altri poeti come Piero Mirti, Louis Le Cardonnel, Giuseppe Leonelli, che hanno lasciato un segno indelebile nella memoria della città. In una drammaturgia originale e sperimentale, viene tracciata un’unica linea lirica che lascia incontrare gli autori fino a dissolverne, nell’esperienza degli spettatori/ascoltatori, i contorni e le distanze”.

“Dopo il successo ottenuto a luglio con la performance ‘Segnaletica per occhi spenti’ – hanno sottolineato Stefania Proietti e Fabrizio Leggio – proponiamo un altro evento teso a valorizzare i beni culturali della città, in rapporto alla storia e allo sviluppo strategico del turismo. Nell’ambito del progetto ‘Assisi. Le pietre parlano’ sono numerose le iniziative e diversi gli investimenti in programma per la promozione della città e delle sue risorse, anche attraverso forme di turismo escursionistico ed esperienziale. L’idea è quella di valorizzare la multidimensionalità dei tredici beni culturali inseriti nella lista dei siti Unesco, grazie ad un approccio esperienziale ed artistico in grado di renderli più attrattivi”.

“Città di poeti” si terrà nei giorni 5, 6 e 7 settembre, con partenza alle ore 19, dall’Oasi del Sacro Cuore, in via Vittorio Emanuele II, 5, ad Assisi. La performance è itinerante e prevede un percorso prevalentemente in discesa di circa un chilometro e mezzo, per un massimo di 50 spettatori a serata. Al termine ci sarà un servizio navetta gratuito per tornare al punto di partenza. Biglietto unico acquistabile su: liveticket.it/ogniangoloognipietra. Per informazioni: 333 7853003 – info@ogniangoloognipietra.itwww.ogniangoloognipietra.it

Lascia un commento