9.5 C
Bastia Umbra
22 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

ASSISI – NUOVO PIANO DELL’ARREDO URBANO: AL VIA LA FASE PARTECIPATIVA.

ESERCENTI, ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, CITTADINI E PORTATORI DI INTERESSE POSSONO INVIARE OSSERVAZIONI, PROPOSTE E SUGGERIMENTI

Da oggi inizia la fase partecipativa e di ascolto da parte dell’amministrazione comunale sul nuovo piano dell’arredo urbano e del decoro degli spazi pubblici per Assisi.

La proposta di nuovo piano, redatta dagli esperti e finanziata da Mibact e Unesco, è pubblicata da oggi sul sito istituzionale del Comune (www.comune.assisi.pg.it/manuale-arredo-urbano-2023) per il confronto e la presentazione delle osservazioni da parte dei cittadini, delle associazioni di categoria, degli operatori economici e sociali e di tutti i portatori di interesse.

Oltre alla bozza di manuale, che contiene l’analisi di contesto, le schede tipologiche, i criteri e le modalità di attuazione, ed è scaricabile insieme alla presentazione, nel link è previsto un apposito form per inviare osservazioni, suggerimenti e proposte, compilando uno spazio dedicato.
L’inserimento online del manuale e la fase partecipativa saranno, per volontà dell’amministrazione comunale, propedeutici alle fasi di approvazione e arrivano dopo una serie di incontri con i rappresentanti delle associazioni di categoria che si sono succeduti in questi mesi e anche dopo una prima assemblea pubblica a fine luglio molto partecipata e ricca di contributi.

La revisione del manuale dell’arredo urbano e del decoro (la cui ultima versione risale al 2011) è finanziata dall’Unesco e dal Ministero della Cultura. L’amministrazione comunale di Assisi è investita infatti della responsabilità di proteggere e curare questi aspetti della città che, come è noto, dall’anno 2000 è inserita nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco per il centro storico, il suo territorio e i luoghi francescani.
L’elaborazione del manuale è frutto di un lavoro lungo tre anni e rappresenta una sfida ambiziosa della visione della città lanciata verso il 2026, anno dell’ottavo centenario della morte di San Francesco.
L’obiettivo che l’amministrazione vuol condividere con esercenti e cittadini è quello di far diventare “Assisi ancora più bella” e accogliente, più fruibile e attenta alle esigenze della comunità e dei visitatori. Il tema dell’arredo urbano e del decoro degli spazi pubblici interessa tutti, amministrazione, commercianti, albergatori e cittadini, e tutti possono in questa fase contribuire con le proprie osservazioni per la miglior cura della città serafica.

L’amministrazione comunale farà la sua parte sia nel garantire contributi agli esercenti o aventi titolo che si adegueranno alle nuove regole prima del 2026 e sia nello stanziare risorse per cambiare e migliorare gli elementi di arredo pubblici (fioriere, portasegnali e dissuasori,, cestini per la raccolta dei rifiuti, illuminazione pubblica, etc etc).
Appena conclusa la fase partecipativa, partirà l’iter per l’approvazione del piano che si concluderà in Consiglio Comunale.
Nel frattempo l’amministrazione comunale invita esercenti, cittadini e tutti i portatori di interesse a partecipare a questa importante fase di dialogo e collaborazione per la miglior cura e decoro di una città speciale come Assisi.

24/08/2023

Stemma
__________________
Ufficio Stampa
Città di ASSISI

Lascia un commento