23.8 C
Bastia Umbra
12 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

PD – INCONTRO PROFICUO CON I CITTADINI DI CIPRESSO E SAN LORENZO.

Lo scorso 9 giugno la Segreteria del Partito Democratico di Bastia umbra ha incontrato i cittadini di Cipresso e San Lorenzo.

Si è trattato di un incontro proficuo durante il quale abbiamo raccolto i numerosi disagi della popolazione, in più occasioni già segnalati formalmente all’Amministrazione ma senza aver ricevuto risposta di adeguamento da parte della stessa.

E’ emerso:

– la necessità di avere maggiore cura del verde pubblico, facendo particolare riferimento all’area verde limitrofa al bar che necessiterebbe anche di una migliore illuminazione per permettere una maggiore fruibilità da parte delle famiglie e dei bambini;

– il disagio della scarsa manutenzione stradale, dissestata e piena di pericolose buche;

– l’utilità di sistemare l’area parcheggio limitrofa al circolo per migliorare l’usufruire dei servizi esistenti in quell’area;

– le criticità della pista ciclabile che è poco utilizzata dai cittadini perchè non copre per intero il quartiere e soprattutto non si collega con il resto della città, per cui rimane ad oggi un’opera incompiuta poco sicura e scarsamente fruibile.

 

Si evidenziano due gravi situazioni presso la zona di Cipresso e San Lorenzo che sono plasticamente esemplificative dell’incuria e dell’incapacità dell’Amministrazione: la scuola elementare e il pallone pressostatico.

 

La scuola elementare di Cipresso, come sappiamo, è stata chiusa perchè non idonea rispetto al rischio sismico. Da anni si discute sull’eventuale messa in sicurezza e il suo possibile utilizzo, ma nel frattempo lo spazio esterno e recintato della scuola è utilizzato come pascolo per pecore. La scuola del quartiere, simbolo per decenni di vitalità perchè luogo di infanzia e di istruzione, è ora lasciato abbandonato nella più totale trascuratezza. I cittadini si domandano come un’Amministrazione che si definisce tale possa permettere tutto questo?

 

Il Pallone pressostatico di San Lorenzo pagato circa 400mila euro con i soldi di tutti noi cittadini è inutilizzabile. Il suo utilizzo è impedito dal fatto che per garantirne il funzionamento e lo stato di tensione della copertura è necessario controllare costantemente la situazione meteorologica e assicurarsi della chiusura delle porte di ingresso/uscita, poiché se lasciate aperte si rischia di sgonfiare la struttura sopra le persone che stanno facendo attività fisica all’interno. L’Amministrazione non è riuscita ad individuare un custode che si prenda carico di queste mansioni e ha deciso, molto semplicemente, di sgonfiare la struttura e lasciarla inutilizzata. C’è da aggiungere che la pavimentazione scelta per il Pallone pressostatico di San Lorenzo è abrasiva, quindi inadatta per qualsiasi tipo di sport: ergo altri soldi da investirci/buttarci? E’ probabile, ma tanto sono dei cittadini, cosa importa?

Può sembrare una barzelletta, ma in realtà è solo la descrizione della quotidiana gestione della nostra classe dirigente di Bastia.

 

13/06/2023

 

Segreteria PD Bastia Umbra

Gruppo Consiliare PD Bastia Umbra

Lascia un commento