9.5 C
Bastia Umbra
22 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

M5S BASTIA: “IL COMUNE PRESENTA LA SPECIALITÀ DELLA CASA: IL TAGLIO DEGLI ALBERI.”

Ci siamo di nuovo! Con assemblee del tipo ANNUNTIO VOBIS GAUDIUM MAGNUM come è possibile evincere dall’ analisi dei progetti Giontella-S.Francesco, l’amministrazione Lungarotti si accinge ad abbattere  24 pini. La prassi è la seguente: smantellamento sistematico di pini che non viene dichiarato apertamente, ma che viene alla luce  leggendo i vari progetti e le relazioni tecniche.

 

La legge 10/2013 recante Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani  ovviamente non è nemmeno presa in considerazione, se non per leggerne alcuni articoli senza specificare che c’è un Decreto dipartimentale prot. n. 5450 del 19/12/2017, pubblicato in G.U. n. 35 del 12/02/2018, con cui è stato approvato l’Elenco degli alberi monumentali d’Italia, allegato A – sez.1, redatto ai sensi dell’articolo 7 della legge 14 gennaio 2013, n.10,.

Inoltre, il comune di Bastia non ha mai ottemperato dal 2014 all’obbligo del censimento del patrimonio arboreo  inclusi gli alberi monumentali come previsto dalla legge e,  come provato dall’esistenza di due pini in via Roma del tutto rispondenti per dimensione ad uno dei criteri di monumentalità indicati dalla legge 10 del 2013.

 

Le nostre sollecitazioni fatte con apposita interrogazione a dicembre per chiedere conto della sistematica incuria del verde urbano e della pessima abitudine a  buttare giù gli alberi con relazioni che ne attestano l’ammaloramento dopo che per anni si è evitato  fare un’accurata manutenzione, cadono regolarmente nel vuoto.

 

Fare la lista degli interventi prodigiosi con cui questa amministrazione risolve questioni aperte da decenni con tanto di asfalto elettorale,  sottolineando le difficoltà e le specifiche stringenti della progettazione richiesta dal PNRR,   non giustifica il fatto che ci si sbarazzi di  alberi definiti morenti e pericolosi, mentre questo provocherà un danno non solo ambientale, ma anche a livello paesaggistico ed economico.

 

In un momento storico in cui le temperature toccano sempre più frequentemente punte di afa soffocante, soprattutto nel periodo estivo, gli alberi sono nostri preziosi alleati.

 

Essi permettono di abbassare le temperature grazie alla loro preziosa funzione di produrre ossigeno all’ombra delle loro chiome.

Inoltre, sono utili per l’assorbimento delle sostanze inquinanti e alla diminuzione di Co2 nell’aria e, ultimo ma non per importanza, sono anche in grado di attenuare l’inquinamento acustico.

 

Da qui l’esigenza di salvaguardare il patrimonio naturale dei nostri comuni. I fondi europei per la riqualificazione dei territori, attraverso il PNRR prevedevano proprio questo: quindi delle due l’una: o si decide di rigenerare seguendo linee guida che permettono di  avere una superficie urbana molto resistente e permeabile all’acqua tanto che le radici degli alberi ben  ossigenate, non avvertono la necessità di affiorare e, non creano nemmeno un sollevamento del suolo; oppure si continua con le scelte del passato in cui degli alberi, soprattutto se pini domestici abbandonati all’incuria, si può tranquillamente fare a meno.

 

Per tale motivo le amministrazioni pubbliche tipo Baranzate in provincia di Milano oppure Roma fino al 2021, si sono rese conto dei vantaggi molteplici che derivano da parcheggi verdi, piste ciclabili e marciapiedi che riducono l’impatto ambientale della copertura del suolo  grazie alla forte presenza di alberi, i quali oltre a tutti gli aspetti positivi derivanti da un ambiente sano permettono la riduzione dei costi di manutenzione.

Elemento che, come noto, dovrebbe stare particolarmente a cuore della giunta chiamata ad amministrare il comune.

Invitiamo pertanto il Sindaco e la Giunta ad elaborare un’alternativa che punti al bene della collettività e dell’ambiente, vagliando anche le varie possibilità di progetti utili alla salvaguardia delle persone e del territorio.

 

17/06/2023

 

Laura Servi

Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle Bastia Umbra

 

Lascia un commento