19 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

“Scuola: bene in comune” – Evento del PD Bastia per approfondire alcune tematiche riguardanti la scuola.

Si è svolta sabato 13 maggio presso la Sala del Consiglio Comunale l’evento pubblico “Scuola: bene in comune”, organizzato dai Consiglieri Comunali Furiani e Fatigoni del Partito Democratico e Raspa del Gruppo Misto.

 

E’ stato un pomeriggio partecipato ed interessante, nato per approfondire alcune tematiche che riguardano la scuola in generale e nello specifico quelle del nostro territorio.

È intervenuta Maria Pia Serlupini, già Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Umbria e Coordinatrice Consulta Regionale per l’infanzia e l’Adolescenza PD Umbria, e Mirko Susta, Dottorando in Scienze Umane presso l’Università di Urbino, che hanno spiegato alla platea quanto è importante l’ambiente in cui si studia per un adeguato apprendimento. Per la crescita dei nostri bambini e ragazzi è fondamentale garantire strutture scolastiche adeguate, che prevedano ambienti sani di sviluppo, oltre che creare una rete sociale e culturale fertile. È emersa l’importanza di coinvolgere esperti pedagogisti nel team di tecnici che si devono occupare dell’elaborazione di un progetto di costruzione o ristrutturazione di una scuola.

 

La Consigliera Furiani ha avuto modo di raccontare qual è lo stato delle cose per ciò che concerne le scuole del nostro territorio:

– la scuola di Cipresso e di Bastiola sono abbandonate poiché dal terremoto del 2016 non sono risultate adeguate rispetto i criteri di anti-sismicità. Riguardo la prima non c’è traccia di alcun progetto di riqualificazione, mentre per la seconda sembra che l’Amministrazione abbia intenzione di raderla al suolo per costruire un istituto scolastico dedicato alla fascia d’età 0-6, ma con quali tempi? Quali risorse?

 

– la scuola media Colomba Antonietti dovrebbe ricevere un contributo dal PNRR di circa 8 milioni di euro, ma non si sa ancora qual è il progetto di realizzazione  e quale logistica verrà adottata per garantire un congruo proseguimento delle attività didattiche. In aggiunta c’è il problema della palestra della suddetta scuola, inagibile dove il sisma del 2016 e su cui l’Amministrazione, dal nostro punto di vista, non ha posto la giusta attenzione per l’adeguamento e tuttora non è utilizzabile, con tutti i disagi che ne sono conseguenti.

 

– la scuola di XXV Aprile e i suoi annosi problemi ancora irrisolti unitamente alla ancora lontana realizzazione della Palestra.

 

 

Infine, la Consigliera Fatigoni ha rendicontato l’attività in consiglio comunale riguardo le proposte e le sollecitazioni poste all’amministrazione sugli istituti scolastici del territorio. Abbiamo rappresentato alla platea la superficialità e approssimazione delle risposte dell’Amministrazione, raccontando cosa accade in consiglio comunale e le relative scelte della Giunta.

Ad esempio, abbiamo citato l’annosa questione dei pannelli fotovoltaici della scuola di XXV Aprile rimasti inattivi per circa 4 anni rispetto all’inaugurazione della scuola e che ci ha visti coinvolti in una aspra battaglia in Consiglio con l’Assessore Santoni, al termine della quale siamo riusciti ad ottenerne l’allaccio e il funzionamento. O ancora, le domande poste sul problema evidente del sovraffollamento della scuola media alle quali l’Amministrazione risponde di non evidenziare il problema, dato il decremento registrato della natalità.

Risposte riportate che non sono risultate soddisfacenti alla cittadinanza, che è intervenuta durante il dibattito esprimendo il proprio parere e disagio.

 

A margine dell’evento siamo soddisfatti e continueremo a creare momenti di scambio e di rendicontazione come questi sul nostro operato e quello della Giunta, come sempre abbiamo fatto.

 

Per chi non è potuto essere presente, trovate i video degli interventi sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/PDBastiaUmbra/

 

17/05/2023

Segreteria PD Bastia Umbra

Gruppo Consiliare PD Bastia Umbra

Lascia un commento