19 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Opere pubbliche e manutenzione dei beni pubblici del territorio. Le responsabilità e l’inconcludenza dell’amministrazione di centrodestra a trazione Fratelli d’Italia.

L’amministrazione e, nello specifico, la rappresentanza locale di Fratelli d’Italia non è in grado di rispondere nel merito delle questioni sollevate dal Partito Democratico di Bastia Umbra, in merito allo scadente stato manutentivo del Sottopasso di Via San Rocco.

Parlano di critiche strumentali omettendo che già da molto tempo il sottopasso versa in condizioni manutentive sotto la soglia di accettazione. Anzi, mentono ai cittadini affermando che l’atto vandalico è avvenuto a fine aprile, ma in realtà è da più di un anno che molti dei corpi illuminanti del percorso pedonale si trovano nella condizione di non funzionare e di essere quindi rotti, come si può anche facilmente verificare sentendo icittadini che risiedono nelle zone limitrofe o semplicemente utilizzando Street View di Google Maps. Che vergogna!!!!!

Ecco pertanto, che i suddetti atti vandalici tirati in ballo, sono solamente la scusa dietro cui si trincerano Fratelli d’Italia ed i suoi esponenti di spicco nell’amministrazione comunale, per mascherare una profonda inconcludenza in materia di cura della città e sviluppo delle opere pubbliche, visibile purtroppo plasticamente ed in maniera diffusa agli occhi dei cittadini bastioli.

Grottesca inoltre, la scusa additata sui ritardi di intervento. Secondo le illuminate menti dei rappresentanti locali di Fratelli d’Italia, la mancata sostituzione dei corpi illuminanti del percorso pedonale del Sottopasso è legata alla mancata reperibilità degli elementi illuminotecnici, andati fuori produzione dopo più di 15 anni dall’inaugurazione del sottopasso. Non capiamo che tipo di giustificazione possa essere per un amministratore locale degno di questo nome. Se per Fratelli d’Italia ed il suo delegato Assessore, questa motivazione rappresenta un problema insormontabile, che limita, o addirittura blocca l’agire, è bene allora che lasci la poltrona, e si dedichi ad altro per il bene della collettività.

Da troppi anni ormai assistiamo alle promesse tradite e alle scuse accampate dal centrodestra e da Fratelli d’Italia quando si parla di opere pubbliche e di beni pubblici.

Si pensi alle opere annunciate e ad oggi mai realizzate, come ad esempio Il sottopasso di Via Firenze, il recupero delle aree Franchi ed Ex Mattatoio, Piazza Mazzini e Piazza del Mercato, le Scuole di Bastiola e Cipresso, la Clinica Pelliccioli, il Parco Acquatico, solo per citare le più eclatanti.

Si pensi anche alle opere incompiute o parzialmente compiute, che stanno creando tantissimi disagi ai cittadini, come la Scuola di XXV Aprile e la nuova palestra adiacente (ancora in attesa di essere conclusa), la Palestra delle scuole medie ed il Palazzetto di Viale Giontella (ancora in attesa di essere riqualificate). Si pensi allo stato manutentivo in cui versano le aree ludico-sportive-ricreative, come ad esempio quella di San  Bartolo, caso in assoluto più eclatante. Se non ci sono le capacità, occorre farsi un esame di coscienza e smettere di scaricare le proprie responsabilità verso  altri, quando anni di inconcludenza e di un continuo tirare a campare su opere pubbliche e manutenzione dei beni pubblici, rappresentano la cifra distintiva dell’amministrazione di centrodestra e di Fratelli d’Italia, al governo(speriamo ancora per poco) della nostra città.

 

19/05/2023

Segreteria PD Bastia Umbra

Gruppo Consiliare PD Bastia Umbra

Lascia un commento