10.8 C
Bastia Umbra
26 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Cultura

Gli studenti del Liceo Scientifico di Assisi alle finali di Cesenatico. Un solo luogo, una sola passione.

Tornano ad inanellare successi alle finali nazionali dei Campionati della Matematica di Cesenatico gli alunni del Liceo Scientifico annesso al Convitto Nazionale Principe di Napoli di Assisi.

Le docenti di matematica, Roberta Basili, Barbara Ceccotti e Simona Pieri, che hanno formato e accompagnato gli studenti in questa esperienza, annunciano con orgoglio gli ottimi risultati ottenuti sia nelle competizioni a squadre che in quelle individuali.

La squadra, capitanata da Simone Fisichella (VC) e composta da Virginia Massini (VF), Maria Cristina Bocchini (IIID), Alessandro Caia (IVD), Sergei Yurievich Kalinin(VD), Sara Ranocchia (IVD) e Chiara Selva (IVD) si è qualificata alla finale, arrivando quinta in una delle quattro semifinali svoltesi il 5 maggio, il 6 maggio invece  la squadra formata da Simone Fisichella (VC), Virginia Massini (VF), Francesco Broccatelli (ID), Alessandro Caia (IVD), Sergei Yurievich Kalinin(VD), Sara Ranocchia (IVD) e Chiara Selva (IVD) ha ottenuto la quindicesima posizione a livello nazionale, mentre le  studentesse (Virginia Massini, Margherita Arena, Lavinia Bibi, Maria Cristina Bocchini, Agnese Ciccotti, Sara Ranocchia e Chiara Selva) che hanno preso parte alla gara a squadre femminile, si sono aggiudicate il  sedicesimo posto nella classifica nazionale.

Alla finale nazionale individuale, dopo la qualificazione alla fase provinciale, hanno partecipato Giulia Bernardini e Simone Fisichella, che al termine di un’impegnativa competizione consistente nella risoluzione di sei problemi dimostrativi di altissimo livello, ha conquistato la medaglia d’argento.

I commenti a caldo degli studenti, fanno percepire come ciò che hanno vissuto sia ben più che una gara: “Un solo luogo, una sola passione” descrive così il contesto Agnese Ciccotti, “centinaia di ragazzi provenienti da tutte le parti d’Italia che si incontrano non solo per scontrarsi ma soprattutto per unirsi”. E’ questa esperienza unica di incontro che rimane nei ricordi dei ragazzi e delle ragazze. “Le gare di Cesenatico e tutto il lavoro di allenamento propedeutico instaurano legami profondi tra i partecipanti” conferma la giovanissima Margherita Arena, riassumendo il pensiero di tutti gli altri. “Ognuno” fa notare Sergei Yurievich Kalinin “si sente come una goccia che rende questo mare indimenticabile”. Tutti i partecipanti hanno sperimentato le possibilità di una “matematica diversa” che esce dalle aule scolastiche e diventa “sana competizione, divertimento, condivisione, passione”.

 

“Le parole”, conclude Chiara Selva, “non possono rendere pienamente l’atmosfera che si respira alle finali delle Olimpiadi della Matematica di Cesenatico. Kant diceva che ogni conoscenza parte dall’esperienza, perciò rivolgiamo a tutti i ragazzi e le ragazze che amano la Matematica un invito appassionato a vivere quest’avventura.”

 

27/05/2023

 

Lascia un commento