6.5 C
Bastia Umbra
24 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Politica

Pastorelli: “Chi ricopre un ruolo dirigenziale nella sanità ha il dovere, se gli viene richiesto, di ascoltare il paziente”.

“Mettere il paziente al centro garantendo risposte tempestive e corrette a chi ne faccia richiesta: è questo uno degli scopi principali della delibera proposta dall’assessore Luca Coletto e che le Regione Umbria ha approvato nei giorni scorsi nella quale si stabilisce che i vertici organizzativi delle aziende sanitarie regionali, ossia direttori di distretto, di presidio e generale, ‘dedichino tre ore settimanali ciascuno al ricevimento dei cittadini, nei casi in cui l’attività degli organismi preposti a livello aziendale a fornire risposte non abbia consentito il superamento delle criticità rappresentate’. Ogni direzione aziendale dovrà poi fornire alla Direzione regionale Salute e Welfare una relazione bimestrale sull’attività svolta”.
A intervenire è il capogruppo regionale Lega Umbria Stefano Pastorelli. “Proprio come chi fa politica deve ascoltare il cittadino – osserva Pastorelli – allo stesso modo anche chi ricopre un ruolo dirigenziale nella sanità ha il dovere, se gli viene richiesto, di ascoltare il paziente, i suoi bisogni e l’esperienza della sua malattia allo scopo di comprendere le sue esigenze e cogliere eventuali criticità esistenti.
Il paziente, il cittadino, deve acquistare un ruolo attivo, partecipativo anche quando si tratta di valutare il lavoro svolto dalle varie aziende sanitarie. Uno dei problemi più grandi avvertiti dai cittadini riguarda lo smaltimento delle liste di attesa che – spiega il consigliere -, come specificato dalla Giunta, è uno degli obiettivi prioritari dei Servizi Sanitari Regionali. L’ascolto efficace è fondamentale, strategico se si vuole dare vita ad una sanità di qualità. E’ importante ‘fare sistema, fare squadra’ – conclude Pastorelli – con l’aiuto coordinato delle risorse disponibili e con il supporto di tutti gli attori coinvolti.
In tutto questo l’unica propaganda è quella di un Partito Democratico, sempre più allo sbando in Umbria come nel resto del Paese, che negli ultimi anni di governo regionale, con scelte scellerate e improntate più a soddisfare la brama di poltrone che non a garantire servizi e cure per i cittadini, ha portato la sanità in una pericolosa deriva. Oggi quegli stessi personaggi non perdono occasione di sparare polemiche a caso, troppo preoccupati della loro campagna elettorale da non accorgersi delle importanti strategie messe in campo dalla giunta Tesei per ripianare problematiche annose”.

 

24/04/2023

 

Stefano Pastorelli
Consigliere Regionale Assemblea Legislativa Regione Umbria
Capogruppo Lega

Lascia un commento