15.5 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra

QUALCOSA TOCCA FA’ – Questa è la frase più ricorrente se si cerca di parlare di Nodino, E ieri sera crediamo di AVER FATTO qualcosa di molto importante.

Si è svolta ieri sera un’assemblea pubblica a Ponte San Giovanni, indetta con l’obiettivo di fare una prima analisi del recentissimo progetto definitivo del “Nodino” di Perugia. Ha riscosso grande partecipazione della cittadinanza e delle istituzioni. Si è svolta nella sala “Grifo” del Centro Congressi del Park Hotel, alla presenza di oltre 200 (duecento) persone tra cui i consiglieri del Comune di Perugia Befani, Casaioli, Cesaro, Ranfa, Renda, Tizi, l’assessore Scoccia e l’onorevole Pavanelli.

Obiettivo principale era permettere a tutti di farsi un’idea tecnica, pratica e reale del progetto, indipendentemente perciò dalla posizione assunta da ognuno fino ad ora a riguardo. Allo stesso tempo un obiettivo importante dell’assemblea è stato anche ricucire le divisioni createsi tra gli abitanti del territorio.
L’assemblea si è aperta mettendo per la prima volta in evidenza alcuni aspetti del progetto definitivo che riguardano direttamente la vita giornaliera di chi abita nel territorio ma anche di tutti coloro che si troveranno ad attraversarlo nei prossimi 10/12 anni.

I relatori hanno esaminato nel dettaglio: il tracciato definitivo e i due nuovi svincoli di Collestrada e Madonna del Piano; l’attraversamento della collina di Collestrada e della valle del Tevere; le differenze tra GALLERIA NATURALE, ipotizzata, e ARTIFICIALE, progettata, con conseguente relativo sbancamento della collina; il mega viadotto sul Tevere; l’abnorme consumo di suolo; la completa inefficacia dell’opera rispetto agli obiettivi dichiarati; la violazione che il progetto definitivo comporta alle norme di tutela del paesaggio e delle zone protette dalla Comunità Europea; le aree di cantiere e la viabilità dei mezzi pesanti che riguarderà le vie principali dei paesi di Collestrada, Sant’Egidio, Miralduolo, ma anche Ponte San Giovanni, con il coinvolgimento di via Pontevecchio e di via Manzoni; le reali tempistiche di realizzazione ed infine la presentazione di progetti alternativi, realmente efficaci e a favore di una mobilità alternativa e sostenibile.

 

I presenti sono rimasti stupiti apprendendo le reali caratteristiche dell’opera che non conoscevano.
L’assemblea ha quindi raggiunto il suo obiettivo  e si è conclusa dopo due ore con interventi del pubblico.

 

E’ possibile rivedere la registrazione dell’assemblea sul gruppo facebook “Sciogliamo il Nodo”

al seguente link https://fb.watch/jc7HXxTL_j/

 

 

Perugia, 11 marzo 2023                                                               Coordinamento “Sciogliamo il Nodo di Perugia”

La petizione su www.change.org/SalviamoCollestrada, ancora in corso, ha superato le 13.657 adesioni

Aderiscono al coordinamento:

FAI Umbria (Fondo Ambiente Italiano)

Italia Nostra – Perugia

WWF Umbria – Perugia

Legambiente Umbria – Legambiente – Circolo di Perugia – Valli del Tevere

FIAB Umbria e FIAB Perugia Pedala (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta)

Associazione Culturale “Colle della Strada”

Associazione Culturale “Teatrodicolle”

Comitato cittadino “Salviamo Collestrada”

Circolo ARCI – Collestrada

Fondazione AURAP Impresa sociale ONLUS – Collestrada – Perugia

Associazione Combattenti Collestrada

Pro-Ponte (Ponte San Giovanni – Collestrada – Balanzano – Pieve di Campo)

Consulta dei Rioni e delle Associazioni di Ponte San Giovanni (aderiscono 16 associazioni)

Compagnia del Grifoncello

Pro Loco Balanzano – Perugia

Pro Arna – Civitella d’Arna – Perugia

Comitato cittadino Verde Aglianese – Sant’Andrea D’Agliano – Perugia

EcoMuseo del Tevere

Il Cammino degli Angeli

Il Giardino di Francesca OdV – Salute, Ambiente, Cultura

Comitato Ginkgo Biloba

Lascia un commento