19 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra

Gestione sostenibile delle risorse idriche in agricoltura. Mercoledì 22 marzo il convegno presso Umbriafiere a Bastia Umbra.

Realizzato in collaborazione con l’Università degli studi Perugia (Dsa3). Irrigazione di precisione e nuovi strumenti operativi

Siccità e cambiamenti climatici hanno messo in evidenza, soprattutto negli ultimi mesi, la drammaticità strutturale della mancanza di acqua in agricoltura. In Italia si stimano perdite pari al 10% della produzione agroalimentare nazionale, per un valore superiore ai 5 miliardi di euro. Secondo il WWF, in alcuni casi, i numeri delle perdite sono drammatici: fino al 70% in meno per diverse varietà di frutta e verdura, tra il 50 e il 60% in meno per il mais, tra il 10 e il 30% in meno per il grano, il 45% in meno per i foraggi per l’alimentazione degli animali, il 20% in meno per il latte. Il tema dell’acqua è di primaria importanza per l’agricoltura. Ecco perché Agriumbria “apre” la fiera con un’anteprima rispetto alle date dell’evento (30 marzo 1 e 2 aprile) e lo fa con un convegno dedicato a uno dei temi strategici per l’agricoltura e la sicurezza alimentare, proprio in occasione della Giornata internazionale dell’acqua. Mercoledì 22 marzo, presso il Centro Congressi di Umbriafiere a Bastia Umbra, si terrà il convegno dal titolo Gestione sostenibile della risorsa idrica, momento di studio e approfondimento tecnico sulla tutela e l’utilizzo intelligente dell’acqua in agricoltura. Una giornata fortemente voluta da Agriumbria e realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia (Dsa3). Diversi i partner che hanno aderito all’iniziativa e che porteranno i loro contributi: Regione Umbria, Arpa Umbria, Movimento Laudato Sì, Umbra Acque, Coldiretti, Confagricoltura e Cia Umbria, 3A Parco Tecnologico, Consorzio Bonificazione Umbra, Ordine degli Agronomi. Durante i lavori saranno presentati e analizzati i modelli, gli strumenti e le tecnologie applicative per l’adattamento ai mutamenti climatici in agricoltura.

Il seminario vuole fare il punto sul contributo innovativo della tecnologia applicata al risparmio dell’acqua. “Abbiamo voluto mettere a fuoco uno dei temi fondamentali per le sfide del futuro in agricoltura – spiega il Presidente di Umbriafiere, Stefano Ansideri – è del resto una delle caratteristiche di Agriumbria, quella cioè di creare momenti di confronto tra mondo degli imprenditori e mondo della scienza e della ricerca”.

 

Durante il seminario sarò presentato il rapporto dell’Università di Perugia realizzato per Agriumbria.

L’edizione numero 54 di Agriumbria, in programma a Bastia Umbra dal 31 marzo al 2 aprile 2023, sarà dedicata alla filiera agricola.

La mostra mercato, che vedrà oltre 420 espositori in rappresentanza di oltre 2.000 aziende e industrie presenti o rappresentate dalla rete commerciale, offrirà una panoramica generale e organica dell’innovazione tecnologica raggiunta nei differenti settori merceologici. Si prospetta quindi una edizione ricca non solo di espositori, ma anche di novità dal punto di vista della tecnica e della scienza applicabili in agricoltura.

Giorgio Vicario

Ufficio stampa Agriumbria

Lascia un commento