10.8 C
Bastia Umbra
26 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2025, LUNEDÌ ASSISI IN AUDIZIONE AL MINISTERO.

Comitato scientifico di grande rilievo e sostegno da tutto il territorio

Sindaco e Assessore: “Porteremo visione di città e di futuro”
Saranno il sindaco di Stefania Proietti, l’assessore alla cultura Veronica Cavallucci e il direttore artistico del progetto Joseph Grima a presentare alla giuria di esperti il dossier intitolato “Assisi. Creature e creatori”, con cui la città serafica è in concorso per il titolo di “Capitale italiana della cultura 2025”. Le audizioni delle dieci città finaliste si terranno lunedì 27 marzo, a Roma, presso la sede del Ministero della Cultura. Il turno di Assisi è previsto alle 11.30: la città serafica avrà a disposizione mezz’ora di tempo per illustrare temi e obiettivi della candidatura, mentre i trenta minuti successivi saranno dedicati alle domande da parte della commissione. Sarà possibile seguire l’evento in diretta, sul canale Youtube del Ministero della Cultura, nonché sulle pagine social ufficiali della candidatura di Assisi a capitale italiana della cultura: @Assisi2025 sia su Facebook che su Instagram.

“Assisi 2025 – sottolineano sindaco e assessore – è molto più di progetto, è una visione di città e di comunità proiettata nel futuro, fondata su valori universali legati al messaggio francescano. Assisi è capitale della spiritualità e parla al mondo intero trasmettendo principi come pace e fraternità. Siamo orgogliosi dei tanti endorsement ricevuti, a cominciare dal comitato scientifico composto da nomi di grande prestigio culturale nazionale e internazionale. Tantissime poi le adesioni da associazioni, comuni limitrofi, istituzioni religiose e accademiche, città gemellate. Ed è stato enorme anche l’incoraggiamento arrivato dai nostri cittadini, che hanno partecipato attivamente alla gestazione del progetto”.

Particolarmente significativo il sostegno convinto di tutti i sindaci del territorio assisano (Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Valfabbrica) e del Parco del Monte Subasio (Nocera Umbra, Spello, Valtopina), che hanno espresso il loro incoraggiamento per Assisi 2025 anche attraverso i social, con messaggi video diffusi attraverso le pagine social ufficiali della candidatura della città a capitale italiana della cultura. Messaggi di endorsement sono arrivati, attraverso i social, anche da religiosi, esponenti del mondo universitario e della cultura, attori, professionisti, turisti in giro per la città, studenti e cittadini di Assisi. Segno che il progetto Assisi 2025 è trasversale e in grado di unire idee e territori.

Di grande rilievo il comitato scientifico di Assisi 2025, guidato dal noto architetto Joseph Grima e composto da eccellenze come lo storico e saggista Franco Cardini, l’attrice Monica Guerritore, lo scrittore paesologo Franco Arminio, la scrittrice Dacia Maraini, lo storico dell’arte tedesco Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze, l’astrofisica Ersilia Vaudo Scarpetta, la designer Patricia Urquiola, l’architetto Stefano Boeri, già amministratore delegato di Snam Marco Alverà, il sovrintendente e direttore artistico della Fondazione del Teatro Grande di Brescia Umberto Angelini, l’artista Tomàs Saraceno, il filosofo Lorenzo Chiuchiù, il professor Stefano Brufani, lo storico Francesco Santucci, gli economisti suor Alessandra Smerilli e Jeffrey Sachs, la medievalista Cristina Roccaforte.

Sono otto i temi chiave – gli elementi naturali e le virtù che per san Francesco costituiscono l’essenza del creato – attraverso i quali si sviluppa il dossier “Assisi. Creature e creatori”, che propone la città serafica come laboratorio di nuovi possibili futuri, in un momento di crisi planetaria. Frate Sole: energie alternative, architettura sostenibile, nuovi materiali, comunità energetiche; Sora Luna e le stelle: scienza, spazio, ricerca, nuove frontiere; Frate Vento: movimento, mobilità, trasporti alternativi; Sor’Aqua: idrosfera, oceani, risorse idriche, vita, salute; Frate Focu arte, tecnologia, comunicazione, design, gastronomia; Sora nostra matre terra: pianeta terra, convivenza multispecie, ecologia integrale, agricoltura; Pace, perdono, infirmitate: cura, diplomazia, dialogo, nuova economia, fragilità; Sora nostra morte corporale: morte, filosofia, spiritualità, pensiero multigenerazionale.

Lascia un commento