19 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Comune di Bastia Umbra, approvati il Documento Unico di Programmazione e il Bilancio di previsione 2023-2025.

Nella seduta consiliare del 9 febbraio u.s. sono stati approvati a maggioranza gli “strumenti” fondamentali per la governance dell’Ente comunale, il DUP (Documento Unico di Programmazione) e il bilancio di previsione per il triennio 2023-2025. Un lavoro estremamente impegnativo, in un contesto storico-economico-sociale che dalla pandemia alla situazione attuale condizionata da inflazione, incrementi dei costi delle materie prime ed energetiche, crescita dei tassi di interesse dei mutui a tasso variabile (dopo 6 anni di tassi prossimi allo zero, nel solo 2023 gli interessi passivi sono aumentati di Euro 240 mila), ha portato a definirla dagli esperti di settore una “tempesta perfetta”.

E’ in questo contesto che sono stati elaborati ed approvati il DUP, cioè il documento che traccia le linee strategiche ed operative dell’Ente, e il conseguente bilancio di previsione, ribadendo e riconfermando nelle scelte il forte impegno nel dare continuità al processo di inclusività, riqualificazione e innovazione che si sta portando in questo mandato. Nell’introduzione al DUP così nella verifica delle linee di mandato sono state evidenziate e riportate le azioni intraprese tante delle quali a dimostrazione che l’impegno e il senso di responsabilità non sono venuti meno, anzi, siamo riusciti a fare tesoro delle opportunità del PNRR e dei bandi emanati a livello regionale e nazionale per il reperimento di importanti finanziamenti per un totale di circa 9 milioni di euro. Non sono pochi, ci permetteranno di portare a termine alcuni impegni di efficientamento e modernizzazione delle strutture e dei servizi pubblici. Oltre a questi contributi assegnati nel 2021, ne abbiamo ottenuti altri, sempre volti alla qualificazione e rigenerazione urbana: efficientamento energetico, rigenerazione di edifici di interesse pubblico e sociale, scuole, verde, strade e spazi rionali che vedranno impegnato il nostro Comune nell’anno 2023 con una spesa per investimenti per un totale di circa 11 milioni di euro di cui circa 2/3 finanziato con contributi statali, PNRR in primis, e per 1/3 coperto con risorse proprie. Una forte modernizzazione verrà data anche al rapporto tra cittadini e Pubblica Amministrazione con l’ampliamento dei servizi digitali grazie ai numerosi bandi del PNRR cui siamo risultati ammessi.

 

Il bilancio di previsione è stata una opera di contenimento e di riduzione di quegli aumenti dettati per lo più dal rincaro energetico e dall’aumento dei tassi d’ interesse dei mutui con cui un Ente pubblico realizza per lo più tutti i suoi obiettivi di riqualificazione, efficientamento, adeguamento. In questa situazione, con l’obiettivo di mantenere inalterata la qualità e quantità dei servizi offerti ai cittadini e con il compito di predisporre un bilancio di previsione attendibile ed in equilibrio, abbiamo dovuto agire su più fronti per coprire la maggiore spesa corrente:

attuando una minuziosa spending review al fine di individuare possibili risparmi nella spesa così da efficientare maggiormente l’azione amministrativa;

agendo anche sulle entrate, tributarie e extratributarie che da anni non avevano subito aumenti e adeguamenti Istat, ad esempio le aliquote IMU 2023, riuscendo comunque a mantenerle più basse rispetto al massimo previsto dalla norma ed anche più basse rispetto a quelle dei Comuni limitrofi.

L’analisi attenta della situazione  non ci ha fatto lavorare solo nei “numeri” abbiamo operato anche in qualità sul principio di equità, riparametrando le fasce di reddito ISEE applicate agli scaglioni di tariffe dei servizi a domanda individuale del sociale e della scuola, con l’obiettivo di rivedere non tanto gli importi a carico dei singoli, quanto a rimodulare in maniera appunto più equa le fasce di reddito previste per l’applicazione delle tariffe e rendendole omogenee tra i diversi servizi offerti.

Il Piano triennale delle Opere Pubbliche esprime un palese sforzo di recupero e valorizzazione dei beni pubblici e nel contempo un impegno economico di rilievo nel continuare il processo di efficientamento della pubblica illuminazione e nella manutenzione straordinaria della viabilità. A breve partiranno i lavori di rigenerazione urbana, uno sforzo anche questo non indifferente per impegno e attenzionamento da parte dell’amministrazione e dei suoi settori.

Complessivamente quanto approvato, Documento Unico di Programmazione e Bilancio di previsione 2023-2025 riconfermano la virtuosità di questo Comune che ha saputo nel tempo coniugare le scelte senza venire meno alla qualità e all’attenzione dei propri concittadini in un quadro assai complesso e in evoluzione. Il Bilancio non parla solo di numeri, “Il bilancio 2023-2025 è il frutto di un lavoro e di scelte sentite e calibrate in ogni loro aspetto, ponderato ed affinato quanto più possibile, con un’anima che rispecchia il sentire ed il lavoro dell’amministrazione e non solo una somma di freddi numeri”, così l’Assessore al Bilancio, Valeria Morettini, ha chiuso la presentazione al Consiglio comunale e ai concittadini che hanno seguito l’assise sia in presenza che a distanza tramite la diretta streaming.

“L’impegno assiduo e responsabile di tutta la Giunta e dei Consiglieri di maggioranza, nonché dei funzionari dell’Ente – dichiara il Sindaco Paola Lungarotti – ci permetterà di aggiungere a quanto già fatto azioni e risultati per assolvere nella maniera migliore gli impegni presi secondo le linee di mandato, già concretamente verificabili nella parte del Documento Unico di Programmazione alla sezione “Stato di attuazione delle Linee programmatiche di mandato quinquennale”

 

15/02/2023

COMUNE DI BASTIA UMBRA

 

Lascia un commento