15.5 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Cultura

Bastia Classica, II edizione del Festival di musica classica a Bastia Umbra.

Si è conclusa la conferenza stampa di presentazione dei tre concerti che si svolgeranno all’ Auditorium Sant’Angelo domenica 26 febbraio, domenica 12 marzo, domenica 26 marzo sempre alle ore 17.00.

Dopo il successo della prima edizione, l’assessorato alla Cultura con la  direzione artistica di Cristina Capano ripropone la musica classica valorizzando i giovani musicisti. Nella II edizione i concerti saranno dedicati non solo al pianoforte solista ma anche alla musica da camera. All’inizio di ogni concerto un breve opening di giovanissimi pianisti o strumentisti di talento, provenienti da licei musicali o scuole di musica del territorio.

“La musica classica valorizzando i giovani musicisti ha affermato il Sindaco Paola Lungarotti- offre loro la possibilità di esibirsi esprimendo la loro arte, il loro linguaggio musicale, frutto di anni di studio e sacrifici. Nel proseguo   della direzione artistica di Cristina Capano, attraverso la magia dei suoni del passato, con sensibilità e bellezza la musica classica diventa palcoscenico per il futuro. Quel futuro rappresentato anche dai nostri giovanissimi, pianisti o strumentisti, che all’inizio di ogni concerto si esibiranno in un breve opening muovendo i primi passi nel mondo concertistico. Un Festival che diventa un appuntamento fisso negli eventi della nostra città, con il Patrocinio della Regione Umbria”.

La Direttrice artistica Cristina Capano ha presentato il programma sottolineando la giovane età e la grande bravura dei musicisti, “il II Festival Bastia Classica si inaugura domenica 26 febbraio alle ore 17.00. Sul palco dell’Auditorium Sant’Angelo saranno protagonisti due giovani eccezionali che già da tempo suonano in Duo: Eleonora Testa al violoncello e Francesco Maria Navelli al pianoforte.

Il concerto sarà preceduto dall’opening del pianista Marco Gioia, giovanissima promessa del pianoforte e studente del Conservatorio Morlacchi di Perugia che eseguirà la Ballata op. 38 di Chopin e lo Studio op. 10 n. 4. Eleonora e Francesco, ha  detto Cristina Capano – entrambi cresciuti in una famiglia di musicisti, si sono distinti tenendo concerti in diverse associazioni italiane. Eleonora, allieva dall’età di 10 anni di Francesco Pepicelli, studia attualmente alla Stauffer Center di Cremona dove a soli 14 anni è stata la più giovane studentessa effettiva selezionata da Antonio Meneses.

 

Anche Francesco, viene ammesso giovanissimo, a tredici anni, all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, nella classe di Leonid Margarius. Già laureato al Conservatorio G. Martucci di Salerno con lode e menzione, studia attualmente con Benedetto Lupo allAccademia Nazionale di Santa Cecilia.

Il programma proposto è decisamente accattivante e porta l’ascoltatore a godere delle sonorità intense e vibranti del violoncello. Comprende le Variazioni op. 17 di Mendelssohn, caratterizzate da grande virtuosismo, e la Sonata di Rachmaninov, brano di grandi proporzioni sia strutturali sia tecnico-musicali che è stata scelta dal direttore artistico del festival per festeggiare il centocinquantesimo anniversario della nascita di Sergej Rachmaninov, uno dei compositori più amati anche dal grande pubblico.”

 

Grande attesa anche per il secondo appuntamento, domenica 12 marzo, che vedrà protagonista il diciottenne Edoardo Riganti Fulginei giovane eccellenza umbra vincitore di oltre trenta concorsi pianistici nazionali ed internazionali e con importanti esperienze concertistiche in Italia e all’estero. Il concerto sarà preceduto da un opening affidato alla quindicenne Viola Solini, studentessa del liceo musicale Petrarca di Arezzo

 

 

Domenica 12 marzo

EDOARDO RIGANTI FULGINEI pianoforte

opening VIOLA SOLINI

Liceo musicale Francesco Petrarca Arezzo

Musiche di Mozart, Liszt, Rachmaninov

 

 

 

Concluderà l’edizione 2023 di Bastia Classica un altro duo eccezionale formato da Livia Stefani al violino e Alessandro Mennini al pianoforte. L’opening del concerto è affidato a Francesco Pambianco, aretino, giovane allievo del Conservatorio Morlacchi di Perugia

 

Domenica 26 marzo

LIVIA STEFANI violino

ALESSANDRO MENNINI pianoforte

opening Francesco Pambianco pianoforte

Conservatorio Francesco Morlacchi Perugia

Musiche di Chopin, Grieg, Ravel, Brahms

 

Lascia un commento