2.6 C
Bastia Umbra
5 Febbraio 2023
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Associazioni

Il Giorno della Memoria non è solo il giorno della Shoah, ma anche degli IMI.

Il 27 gennaio è il “Giorno della Memoria” istituito dall’Italia con la Legge n. 211, del 20 luglio 2000, in ricordo del 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche della 60° Armata del 1° Fronte arrivarono al campo di sterminio di Auschwitz..
Solo il 1 novembre 2005 l’Assemblea delle Nazioni Unite approva la risoluzione 60/7 con la quale il 27 gennaio si istituisce la “Giornata della Memoria” dell’Olocausto.

La Legge n. 211, del 20 luglio 2000 all’art. 2 recita: -“In occasione del “Giorno della Memoria” di cui all’art. 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della nostra storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano più accadere.”-
Purtroppo quasi tutti non conoscono la legge, a cominciare dalla stampa, televisioni in primis, che identificano il 27 gennaio come solo il giorno della Shoah e solo di questa parlano.
Tra i tanti soggetti che sembrano ignorare la legge c’è anche il comune di Assisi che organizza un ricco e valido calendario di iniziative in varie giornate, tutte però dedicate alla Shoah.
E’ vero che ad Assisi furono salvati 300 ebrei, provenienti però da altre località italiane, ma ci sono stati 380 cittadini assisani deportati nei lager nazisti (IMI, INTERNATI MILITARI ITALIANI), di cui qualcuno anche morto lì come Bruno Gabbarelli, di cui non si parla mentre sarebbe bene e giusto ricordarli.
Un po ‘ di conoscenza in più non sarebbe male.
Le tantissime famiglie assisane che hanno avuto familiari deportati credo che avranno piacere se le Istituzioni locali si ricordino anche di loro.

 

25/01/2023

Luigino Ciotti – presidente circolo culturale “primomaggio”

Lascia un commento