10.8 C
Bastia Umbra
26 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Cultura

GIORNO DELLA MEMORIA 2023 IL SINDACO PROIETTI: RICORDARE E’ UN DOVERE DI TUTTI.

“E’ un dovere di tutti coltivare la memoria della nostra storia, del nostro passato. Non dimenticare l’orrore dell’Olocausto, i milioni di morti nei campi di concentramento, significa farsi portatori di pace, significa dare il proprio contributo per una società migliore. Oggi, come ieri, assistiamo a forme di odio e intolleranza che debbono preoccuparci, abbiamo la responsabilità di contrastarle con ogni forza e insegnare ai giovani che la violenza è uno strumento da aborrire.  Il Giorno della Memoria dovrebbe innanzitutto essere dedicato a ricordare non solo le vittime, ma anche i carnefici, e soprattutto gli indifferenti, coloro che rimasero in silenzio di fronte alle leggi razziste. Assisi invece non rimase indifferente, e, grazie all’impegno di tanti Giusti, tra religiosi e laici, personalità di spicco e gente comune, riuscì a salvare centinaia di vite. Un passaggio della storia che ci fa onore, e che dobbiamo ricordare sempre perchè solo la fraternità sopravvive all’odio ed è capace di salvarci.”

Con queste parole il sindaco di Assisi Stefania Proietti annuncia il programma per il Giorno della Memoria: domani mattina, alle 11, nella Sala della Spogliazione del Palazzo vescovile avrà luogo la consegna delle Medaglie d’Onore da parte del prefetto di Perugia Armando Gradone e con i saluti del sindaco di Assisi, Stefania Proietti, della presidente della Regione, Donatella Tesei e del vescovo delle diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino e di Foligno, monsignor Domenico Sorrentino; sarà presente anche Emanuele Prisco, sottosegretario all’Interno.

Il Giorno della Memoria è una data particolarmente importante per Assisi perché la città all’epoca salvò dalla persecuzione 300 ebrei e per questo le fu conferita la medaglia d’oro al valore civile da parte del presidente della Repubblica.

Tra le varie iniziative, da ricordare quella di sabato 28 gennaio, ore 17: nella Sala della Conciliazione verrà ripercorsa la storia di Marcella Ranzato in Paladin, un’impiegata comunale entrata nell’organizzazione che falsificava le carte d’identità, le testimonianze dei figli Paolo e Anna Chiara.

26/01/2023

Stemma
__________________
Ufficio Stampa
Città di ASSISI

Lascia un commento