2.6 C
Bastia Umbra
5 Febbraio 2023
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Associazioni

Il circolo culturale “primomaggio” ha compiuto 30 anni.

Nei giorni scorsi nel bel Auditorium di Bastia Umbra il circolo culturale “primomaggio”, nato nel dicembre 1991, ha festeggiato i 30 anni di vita
Una piacevolissima serata con tanti eventi in solo evento.
Con in mostra alcuni numeri storici della nosta rivista dal quale il circolo ha preso il nome, le nostre 5 pubblicazioni: “Ma che mondo è questo”, “L’Africa dimenticata”, “Cantando poesie”, “I Campi di Tullio. La storia di un Internato Militare Italiano”, “Noi siamo la nostra storia”.
Di quest’ultimo libro era la prima presentazione come del video “30 anni di impegno sociale, storia e cultura” con le centinaia di locandine delle nostre iniziative del nostro percorso.
Esposte anche opere di Giorgio Croce, Fabrizio Bertolini, Gianluigi Panzolini.
Si sono esibiti alla chitarra musicisti come Sandro Lazzeri, ideatore dell’Umbria Guitar Festival, con due brani di un autore brasiliano, e Massimo Liberatori insieme al fisarmonicista Gianluca Bibiani, mentre Gianluca Sereni ha cantato due brani tra cui uno su Rachel Corrie, uccisa per difendere i palestinesi, accompagnato al pianoforte da Elisabetta Mancini.
Silvana Lavelli ci ha letto dei brani di Silvana Sonno sulle problematiche femminili, mentre Walter Betti ha declamato tre poesie di Giampaolo Bellucci di cui il circolo ha presentato le sue 12 pubblicazioni.
Interventi del giornalista RAI Andrea Chioni e di Alfio Dionigi dell’indimendicata Radio Sole, che aveva sede a Bastia U., hanno arricchito la presentazione della serata dopo i contributi sul libro del presidente Luigino Ciotti, Francesca Vignoli, Giorgio Bolletta e il videomessaggio da Strasburgo di Giulia Silvestrini.
Una serata così non poteva non finire sulle note di “Bella Ciao” suonata dai musicisti e cantata da tutto il pubblico.
 
———————————————————————————————-
 
  “Pochi sono abbastanza grandi da poter cambiare il corso della storia. Ma ciascuno di noi può cambiare una piccola parte delle cose, e con la somma di tutte quelle azioni verrà scritta la storia di questa generazione”
Bobby Kennedy
 
Nato nel dicembre 1991, festeggiando i suoi primi 30 anni, il circolo culturale “primomaggio” racconta in questo libro 15 anni di vita e di attività, fino al 2006, attraverso le locandine e i manifesti delle innumerevoli iniziative organizzate, ben 168. L’attenzione al proprio territorio, la politica, la società e la cultura dell’intera Italia, lo sguardo rivolto all’intero globo dall’America centrale, al Sud America e all’Africa in particolare, la Pace declinata in tutte le sue forme, l’economia e la globalizzazione, i diritti dei popoli, le problematiche ambientali, sono i temi approfonditi nel corso degli anni negli incontri organizzati; insieme a mostre, spettacoli teatrali, musicali e presentazione di libri, sono stati da sempre i mezzi utilizzati dal circolo culturale “primomaggio” per diffondere sul territorio il seme della cultura, far conoscere i problemi delle minoranze di ogni genere e svolgere campagne di sensibilizzazione. Nel corso di questi anni, come vedrete, abbiamo stilizzato il logo, perfezionato la grafica, moltiplicato le iniziative, ma non abbiamo cambiato di una virgola i nostri valori e principi, sempre dalla parte degli ultimi.
 
La cultura serve a non servire. 
(Anonimo)    

www.circoloprimomaggio.org
Circolo Culturale primomaggio

Lascia un commento