2.6 C
Bastia Umbra
5 Febbraio 2023
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2023-2025. INVESTIMENTI PNRR VOLANO DI 13,5 MILIONI, NESSUN AUMENTO DI TASSE PER I CITTADINI, PIU’ FINANZIAMENTI PER IL SOCIALE, NUOVE ASSUNZIONI E RISORSE A SCUOLE E MANUTENZIONI.

Il Consiglio Comunale ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione 2023-2025 che è stato varato  dall’amministrazione nonostante le difficoltà economiche del momento.
Con l’approvazione del bilancio di previsione il Comune evita di andare in esercizio provvisorio, il percorso è stato impegnativo ma è arrivato in porto come ha rivelato in aula il sindaco Stefania Proietti: “Dopo la epocale crisi pandemica, che ci sembrava il momento più difficile per i bilanci pubblici, è arrivata, durante questo 2022, la crisi economica e in particolare energetica determinata dalla situazione congiunturale legata alla guerra in Ucraina e non solo. Nella difficoltà che tutti gli enti pubblici attraversano, a causa della contrazione delle entrate e dell’esplosivo espandersi delle uscite in particolare per i costi energetici, l’amministrazione ha pensato a garantire la massima efficienza della macchina amministrativa riuscendo a portare il bilancio in approvazione nei termini previsti per legge. Un risultato niente affatto scontato: un bilancio che potrà essere migliorato con successive variazioni, ma che, chiuso entro fine anno, costituisce un vero efficace documento programmatico”.
Ora entriamo nel merito del bilancio con qualche cifra.
Innanzi tutto è stato deciso di non prevedere alcun aumento di imposte e tasse e tanto meno l’istituzione di nuove tasse come l’addizionale Irpef comunale.
“Il nostro Comune – ha spiegato il sindaco – è ancora tra i pochissimi comuni umbri – e tra i pochi in Italia – che non ha imposto l’addizionale Irpef comunale (si tratta di circa 2/3 milioni di euro che non vengono prelevati dalle tasche dei cittadini). Ciò è ancor più significativo considerando la notevole diminuzione di entrate correnti e l’aumento consistente delle spese energetiche, nonostante ciò chiudiamo in pareggio senza prelevare risorse dai cittadini né tantomeno, come detto, istituiamo l’addizionale Irpef”.
Nelle linee del bilancio è stata privilegiata, in continuità con l’azione precedente, l’attenzione verso le famiglie, le fasce deboli, i nuovi nati, gli studenti e la scuola. Il Fondo di solidarietà comunale per il 2023 sarà pari ad € 1.700.000.Alla voce

imposta di soggiorno si stima un introito di € 1.700.000 per il 2023 che tiene conto delle previsioni sui flussi turistici e della nuova ripartizione delle categorie oggetto di imposta.
Completamente rispettato l’obbligo imposto dallo Stato del fondo crediti di dubbia esigibilità, finalizzato alla salvaguardia degli equilibri di bilancio e al rispetto dei principi di sana gestione finanziaria, che per il 2023 è pari ad € 2.705.460,00 (aumentato rispetto allo scorso anno per circa 333.160,00) vincola ulteriormente le spese dell’ente impedendo la destinazione integrale di poste di entrata previste in bilancio come le entrate tributarie ed extratributarie. Attualmente risultano accantonate nel Fcde risorse per euro 13.258.000,00 a cui si somma la quota che si va ad accantonare in questo bilancio di previsione 2023.
Le entrate extratributarie per i proventi dei parcheggi comunali, i canoni di concessione delle reti del gas metano, gli introiti della farmacia comunale sono previsti in leggero aumento in linea con i numeri registrati nella seconda metà del 2022.

ALCUNI PUNTI CHIAVE DEL BILANCIO

PERSONALE

Sono previsti investimenti alla voce personale: 560mila euro di risorse (tutte quelle disponibili) per l’assunzione tramite concorsi, di 20 nuove unità a tempo indeterminato, 1 dirigente, 10 procedure selettive per progressioni verticali.

INVESTIMENTI, MANUTENZIONE E OPERE PUBBLICHE

Cospicui investimenti in opere pubbliche grazie agli investimenti Pnrr (Piano nazionale ripresa e resilienza): 13,5 milioni di euro (nel bilancio sono elencati circa 11,5 in quanto 2 milioni già impegnati nel bilancio 2022. Solo per le scuole, oltre al Pnrr, si investono 5 milioni, e 200mila euro vengono garantiti per le manutenzioni ordinarie.
Accordi quadro per la manutenzione dei beni immobili, delle strade e del decoro urbano a valere su parte dell’imposta di soggiorno; gli investimenti di manutenzione sia ordinaria che straordinaria mantengono l’attenzione non solo al centro storico ma anche alle frazioni e all’intero territorio comunale di Assisi.

ENERGIA

Per quanto riguarda i costi energetici Assisi ha tutte le caratteristiche per diventare la prima città con una comunità energetica pubblico-privata che coinvolga imprese, Comune, famiglie con la finalità di ridurre la dipendenza dalle fonti fossili e le emissioni inquinanti e, al contempo, di mettere un freno al caro bollette.

È un progetto pilota di energia sostenibile prodotta nel territorio che coinvolgerà le aziende del territorio e potrà essere una risposta alle famiglie mettendo un freno al caro bollette. Si conferma, su aspetti strategici come energia e ambiente, il coinvolgimento dell’università di Perugia, Dipartimento di ingegneria e Ciriaf, grazie al quale il Comune di Assisi continua a distinguersi nell’attuazione del Piano d’azione per l’energia e l’ambiente del Patto dei Sindaci, nell’intercettazione di fondi europei e Pnrr per l’efficienza energetica e le energie rinnovabili, e nell’ambizione di essere il primo comune a far partire una vera comunità energetica rinnovabile che consenta l’azzurra mento di intere voci di spesa energetica pubblica. L’ottenimento dell’adesione alle convenzioni Consip su energia termica e illuminazione pubblica, successo conseguito grazie all’impegno degli uffici e dell’assessorato, consentirà un completo efficientamento degli 8500 punti luce e delle decine di impianti termici a costi energetici fissati al valore medio degli anni precedenti la crisi energetica.

STRADE
Continua la realizzazione delle manutenzioni stradali con il Piano strade 4 bis con oltre 500mila euro di ulteriori stanziamenti che si aggiungono ai 4 milioni investiti negli anni precedenti.
Per la realizzazione della percorrenza pedonale protetta in fregio alla sede viabile tra Assisi e Viole sono stanziati 1,3 milioni in totale, primo stralcio realizzativo da 300mila euro.
Per la messa in sicurezza degli incroci pericolosi nella frazione di Capodacqua, opera già completamente progettata, la somma di 400mila euro è stata già impegnata nel bilancio 2022. Previsti investimenti per autovelox e sistemi automatizzati di controllo del traffico, nuove telecamere per implementare il sistema di video sorveglianza.

PIU’ MANUTENZIONI DEL PATRIMONIO COMUNALE E DEL VERDE

Stanziati fondi per la cura straordinaria del patrimonio arboreo, per la manutenzione straordinaria di strade in ghiaia, per contributi alle strade vicinali e per la convenzione con Afor oltre a maggiori fondi alla manutenzione ordinaria del verde.
Confermati anche i fondi per la gestione dell’Associazione dei Comuni del Parco del Subasio (25mila euro) che da gennaio vedrà insediarsi il nuovo responsabile, assunto con mobilità dal Comune di Assisi, mentre grazie ai progetti di promozione turistica del Parco ci sono entrate da finanziamenti regionali per 50.000€.

EDILIZIA SCOLASTICA E POLITICHE PER SCUOLA E FAMIGLIA

Investimenti nell’edilizia scolastica nel 2023: oltre al Pnrr che prevede la costruzione di ben 3 asili nido, sono stanziati  5 milioni di euro per l’edilizia scolastica che andranno a migliorare le scuole comunali per gli aspetti di efficienza energetica, sicurezza, funzionalità in diversi plessi scolastici.
Si conferma il sostegno alle famiglie per le mense scolastiche (l’uscita complessiva è 850.000 euro, dei quali il comune versa oltre il 50%) e trasporti scolastici (500.000 euro l’anno, l’80% della spesa sostenuta dal comune), questi servizi hanno registrato ovviamente significativi aumentiamo causa del caro materiali e del caro carburante.
Confermato il finanziamento dei libri per gli studenti della scuola primaria con un impegno a carico del Comune di Assisi per 35mila euro, che si trasformano in un risparmio diretto per le famiglie.
Nel 2020 l’Università degli Studi di Perugia ha approvato il nuovo corso di laurea in “Planet life design”, laurea magistrale, con sede ad Assisi a Palazzo Bernabei, e il Comune di Assisi conferma le risorse per il finanziamento di un posto di ricercatore universitario a tempo determinato, oltre a mantenere inalterato il supporto al corso di Economia del turismo.

SPORT, IMPIANTI, POLITICHE GIOVANILI E DELLO SPORT

Stanziati contributi per manutenzione impianti sportivi e patti di collaborazione ai sensi del regolamento dei beni comuni.

Sono previste risorse da investire nel triennio 23-25 per la rigenerazione urbana e riqualificazione della piscina comunale e del complesso sportivo dello Stadio degli Ulivi, nonché per la infrastrutturazione di altre aree oggetto di rigenerazione urbana (Petrignano)

La rigenerazione urbana dell’area ex Montedison, comprensiva di riqualificazione degli spazi adiacenti al teatro Lyrick non ancora utilizzati, sarà finanziata dal Pnrr liberando risorse che potranno essere usate per altri spazi sociali e sportivi nelle frazioni.

SOCIALE, FRAGILITÀ E POLITICHE PER LA FAMIGLIA

Oltre 250mila euro vengono stanziate direttamente dal corrente bilancio comunale per rette di ricovero da destinare a minori in comunità, anziani e affidi familiari.

Le risorse stanziate complessivamente per missione politiche sociali e famiglia (missione 12) aumentano nel 2023 anche per effetto dello stanziamento Pnrr  di oltre 700.000 euro attestandosi a una uscita pari a 7.600.000 euro che è tra le più cospicue del bilancio comunale.

Fiore all’occhiello dell’amministrazione il bonus Bimbi Domani che viene mantenuto (la spesa complessiva si attesta a 60mila euro ma è ‘generativa’ di maggiori introiti per la farmacia comunale) anche per il 2023: ogni nuovo nato residente in Assisi riceve a casa una card con 500€ da spendere presso la Farmacia comunale – che presto avrà una nuova e più ampia sede – in beni per il bambino. Una misura a burocrazia zero, che da quando è stata pensata ed istituita dall’amministrazione Proietti (1 gennaio 2018) a oggi ha portato nelle famiglie con bimbi neonati circa 400mila euro, un concreto sostegno alla natalità e alla famiglia che è diventato ormai strutturale nel comune di Assisi.

 

IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI HA DATO PARERE FAVOREVOLE AL BILANCIO DI PREVISIONE attestandone la completa congruità ai principi della finanza pubblica.
Il voto favorevole della commissione consiliare e della maggioranza dei consiglieri ha sancito l’approvazione, nei termini di legge, della manovra di bilancio del Comune di Assisi per gli anni 23-25.
Il sindaco di Assisi, che ha la delega al bilancio, ha voluto ringraziare la dirigente del settore programmazione finanziaria, servizi alla persona, politiche educative dottoressa Patrizia Tedeschi, il suo staff e i suoi uffici, i dirigenti e il segretario generale, con tutti i loro uffici, il collegio dei revisori dei conti nella persona della presidente Caterina Brescia, dei membri, i dottori Lidia Anastasi e Mario Mideja, i consiglieri di maggioranza per l’ampio esame e l’impegno profuso nelle lunghe ore di riunione, i consiglieri tutti per il lavoro nelle commissioni, la giunta tutta per l’impegno profuso, affermando che la missione compiuta del bilancio di previsione entro dicembre è un grande risultato per il Comune e per tutta la Città di Assisi.

 

30/12/2022

Stemma
__________________
Ufficio Stampa
Città di ASSISI

Lascia un commento