13.8 C
Bastia Umbra
7 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Economia

Una domenica per “fare la cosa giusta” tra acquisti etici e tanti eventi dedicati ai piccoli visitatori della fiera.

Domenica 20 novembre il gran finale della fiera della sostenibilità. Padiglione aperto fino alle ore 20

Ultimo giorno di shopping sostenibile a Fa’ la cosa giusta! Umbria, la fiera del benessere di scena nei padiglioni di Umbriafiere a Bastia Umbra fino alle ore 20 di domenica. Una giornata, quella conclusiva, tradizionalmente dedicata alle famiglie e ai piccoli visitatori. In programma laboratori su natura, scienza, tecnologia e ambiente; giochi di una volta, aree giochi su logica e apprendimenti e tanto sano divertimento. E ancora le aree dove immaginare e costruire con i Kapla, lo stand della Città del Sole con i giochi naturali e una grande agorà con spettacoli no stop su sport e discipline olistiche e artistiche. Il futuro si impara da piccoli, per questo è necessario che la consapevolezza delle buone pratiche venga stimolata e alimentata. Nell’area commerciale i genitori troveranno abbigliamento, cosmesi, prodotti per l’igiene personale e per la cura del bambino.

 Arredamento, e giochi, didattica prodotti editoriali e multimediali. Prodotti e servizi creati a misura di bambino, per il tempo libero dei più piccoli e delle loro famiglie. Il programma di domenica prevede: sportello tutela condomini e micro credito a cura di Unc (Unione nazionale consumatori; degustazioni guidate a cura di Luppolo Made in Italy presso lo spazio Cia Umbria; sul campo con Medici Senza Frontiere, mostra fotografica che racconta alcuni dei principali progetti portati avanti da Msf in contesti particolarmente significativi: ad Haiti, in Repubblica Centrafricana; La giustizia al di là del carcere: percorsi di inclusione e protagonismo dei cittadini e delle comunità, Laura Liberto, Cittadinanzattiva onlus; esercizi per il benessere visivo presso area Numinosa; presentazione del libro Vivere senza bollette, di Alessandro Ronca (Terra Nuova Edizioni); verso Week Hand 2022; presentazione della VII edizione del festival e mostra mercato del fatto a mano, a Foligno il 3 e 4 dicembre; Rete di economia civile. 

Sale della Terra, il nostro prodotto è la coesione sociale; la cellula umana, un’esperienza immersiva e interattiva, attraverso la realtà virtuale, tra i vari organi cellulari, a cura di: PPXR. In collaborazione con: ITS Umbria Academy; manager cooperativi, un manuale per gestire imprese controcorrente, in equilibrio tra etica e business. Presentazione del libro di Alessandro Messina, economista e manager con Andrea Giuseppe Tiberti, presidente nazionale Società nazionale di mutuo soccorso Cesare Pozzo – Ets; l’agricoltura incentrata sulla vita, la fertilità del suolo al centro del processo produttivo alimentare, con: Vanni Ficola, agrologo; l’agricoltura sociale una risposta innovativa per il welfare partecipato; La lunga vita della carta. Laboratorio di carta artigianale; l’azienda agricola multi-sostenibile: esempi virtuosi di agricoltura multifunzionale, incontro a cura di: turismo verde umbria; Ti Consiglio l’Umbria / racconti, suggerimenti, informazioni e curiosità per gli umbri e per chi ama l’Umbria, presentazione del progetto di comunicazione istituzionale TV e web della Regione Umbria, a cura di: Regione Umbria – Comunicazione Istituzionale; mai più puzza nel secchio, laboratorio di compostaggio domestico: gestire gli scarti organici di casa con la fermentazione, a cura di Puliti Senza Chimica.

La partecipazione della Regione Umbria, con l’Assessorato all’Agricoltura e all’Ambiente e l’Assessorato allo Sviluppo Economico e all’Innovazione, è stata pensata come uno spazio fisico dedicato alla condivisione dei saperi, cercando di avvicinare In particolare, durante tutta la manifestazione si alterneranno diversi laboratori per i bambini e ragazzi pensati per incentivare le “Buone pratiche da seguire”. Al centro dello stand i goal dell’Agenda 2030.

 

Fino a domenica 20 novembre all’interno dei padiglioni fieristici prodotti e contenuti, commercio ma anche cultura, laboratori e incontri e che si rivolge ai cittadini consumatori proponendo soluzioni sostenibili. In un unico spazio, culturale e commerciale, 140 stand con prodotti buoni e naturali divisi in 10 aree tematiche: dall’abbigliamento alla cosmesi, dai servizi al food, dall’arredamento al mondo dell’infanzia.

Tra le aree: lo spazio a cura di Cia Umbria dedicato alla Spesa in Campagna, la mostra mercato delle eccellenze agricole e agroalimentari del territorio, la Piazzetta Cia, dedicata agli eventi, corner istituzionali e dove si svolgeranno i tanti laboratori didattici gestiti dalle fattorie didattiche di Cia Umbria. LE AREE DELLA FIERA: tanti stand con prodotti dell’Abitare sostenibile, Buono da mangiare, Mobilità nuova, Ethical fashion, Cosmesi naturale e benessere, Viaggiare, Prodotti culturali e tempo libero, Servizi sostenibili, Pianeta dei piccoli, Cittadinanza e partecipazione. 

Giorgio Vicario

Ufficio stampa Fa’ la cosa giusta! Umbria

Lascia un commento