9.8 C
Bastia Umbra
3 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

Il Consiglio Comunale di Assisi ha approvato l’ordine del giorno sulla lotta allo spreco alimentare e la promozione del progetto “Reddito Alimentare”.

In occasione della seduta del 7 novembre i gruppi di maggioranza hanno portato all’attenzione del consiglio un ordine del giorno che intende impegnare la giunta a mettere in atto tutte le azioni possibili e necessarie per sollecitare l’attenzione del governo sulla lotta allo spreco alimentare e sull’adozione di misure come il “reddito alimentare” che possano sostenere le necessità delle persone meno abbienti, il numero delle quali è purtroppo in netto aumento. Il grande lavoro che svolgono le associazioni del Terzo settore ad Assisi è encomiabile ma chi, se non lo Stato, dovrebbe prendersi la responsabilità di affrontare queste tematiche e farle oggetto di provvedimenti seri e concreti, nonché coordinati con le altre azioni di lotta alla povertà?

L’ ordine del giorno parte da questo presupposto e in particolare dal progetto del “Reddito Alimentare”, un sistema, ideato da Leonardo Cecchi e inserito nel programma elettorale del Partito Democratico alle recenti elezioni, che si pone l’obiettivo di recuperare tutto quel cibo che viene mandato al macero perché invenduto, ma perfettamente commestibile, e redistribuirlo tra coloro che hanno particolare necessità perché in condizioni economiche precarie.

Lo stato dovrebbe farsi carico di coordinare tutto il processo col supporto delle istituzioni locali, delle associazioni del Terzo settore e con un eventuale partner logistico da individuare per organizzare il ritiro e lo stoccamento. Necessario è anche sottolineare come i banchi del consiglio comunale fossero quasi praticamente vuoti al momento della discussione (il numero legale è stato garantito per sole due presenze). Un fatto grave a nostro avviso perché queste tematiche meritano una sana e lecita discussione all’interno dei massimi consessi politici. Pensiamo che la politica abbia il dovere di occuparsi di queste tematiche trasversalmente, andando oltre qualsiasi credo o qualsiasi colore che possa distinguere maggioranza e opposizione o comunque due modi di pensare diversi e distanti. Non a caso il documento porta la firma di tutta la maggioranza di centrosinistra: la lotta alla disuguaglianza è un tema centrale ed è necessario sollecitare riflessioni a tutti i livelli perché i nostri concittadini che si trovano a dover affrontare vecchie e nuove povertà abbiamo risposte concrete alle proprie difficoltà.

08/11/2022

Gruppo consiliare Partito Democratico

Lascia un commento