13 C
Bastia Umbra
8 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Cultura

Ascesi, accademia musicale e centro artistico multifunzionale.

Nasce ad Assisi un qualificato polo artistico-musicale e formativo di risonanza nazionale

ed internazionale: progetto ideato dal pianista e direttore d’orchestra Stefano Zavattoni

e grande opportunità per il territorio con due strutture culturali e sociali importanti.

 

Martedì 8 novembre si è tenuta ad Assisi la conferenza stampa di presentazione.

Sabato 12 novembre, OPEN DAY nella sede ex Icap a Santa Maria degli Angeli (ore 15.30).

Lunedì 14 novembre, inizio delle lezioni.

 

ASSISI – Sabato 12 novembre, alle ore 15.30, si apriranno le porte di Ascesi e delle sue due anime, l’Accademia musicale e il Centro artistico multifunzionale. Dopo l’open day per la presentazione ufficiale della sede, lunedì 14 novembre avranno inizio le lezioni.

Il progetto ambizioso dal punto di vista culturale ma anche sociale, unico per il territorio di Assisi, nasce dall’esigenza di un gruppo di persone di costituire, ad Assisi, un qualificato polo artistico/musicale e formativo di risonanza nazionale ed internazionale, con il supporto stabile di professionisti del settore che da anni si occupano di musica, teatro, eventi culturali in genere, e con la collaborazione di artisti di rilievo nazionale ed internazionale.

Il progetto costituito sia da professionisti del settore e da operanti nel sociale del territorio – promotrice è l’Associazione Musicale Ascesi guidata dal pianista e direttore d’orchestra Stefano Zavattoni – rappresenta una grande opportunità che permetterà di attivare, sul territorio umbro e nazionale, due strutture artistiche culturali importanti: una multifunzionale e una accademica. Il progetto può contare sul supporto del Comune di Assisi che ha assegnato una sede per lo svolgimento delle attività presso lo stabile ex Icap in via Cecci n.1 a Santa Maria degli Angeli.

Martedì 8 novembre si è tenuta, nella sala degli emblemi del Comune di Assisi, la conferenza stampa di presentazione del progetto alla presenza dell’assessore alla cultura Veronica Cavallucci.

“E’ con grande orgoglio e assoluta partecipazione – afferma il direttore artistico Stefano Zavattoni – che inizio questa avventura a scopo didattico nel paese dove sono nato, cresciuto e dove ho mosso i primi passi di gran parte del mio percorso artistico e di studi musicali. So che sarà un’enorme responsabilità, ma come per gli studenti sarà per me anche una grande opportunità di crescita sotto l’aspetto umano, educativo e professionale. Metterò a disposizione la mia conoscenza e la mia esperienza maturata in tanti anni di attività, sicuramente più artistica che didattica, ma soprattutto mi metterò io stesso a disposizione perché sono certo che ci sarà tanto da imparare anche per me. Ciò che più mi rende onorato e nello stesso tempo più sereno nell’affrontare questo ambizioso progetto è che sarò coadiuvato, consigliato e sicuramente aiutato da uno staff di persone altamente qualificate, colleghi docenti con alle spalle anni di esperienza didattica e artistica, giovani talenti già pluripremiati al livello internazionale che faranno da specchio ai giovanissimi e tutto il personale operativo dell’associazione che sarà sempre disponibile e professionale nella gestione”.

“Siamo riusciti a realizzare un progetto in cui abbiamo creduto fin dall’inizio – dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Assisi Veronica Cavallucci – per raggiungere una offerta didattica che va ad integrarsi con le realtà già esistenti con l’intento di lavorare in sinergia e mettere in risalto così le eccellenze del territorio. L’Accademia Ascesi arricchisce quindi una offerta già presente in città, sostenendo i ragazzi nel loro approccio alla musica. Alziamo così l’asticella sulla cultura e sulla musica perché Assisi su questi temi c’è ed insieme inizieremo a lavorare per obiettivi più grandi, per arrivare a realizzare una Scuola di musica comunale, che Assisi aveva in passato ma ora non più. A questo però torneremo e stiamo lavorando al progetto coinvolgendo tutte le realtà del territorio già presenti”.

Accademia Musicale

L’Accademia, la prima del territorio, nasce per dare l’opportunità a tutti (giovani, giovanissimi e meno giovani, studenti, professionisti, amatori e appassionati) di studiare, conoscere, scoprire lo straordinario linguaggio musicale. Un progetto che prevede corsi per fini ovviamente accademici per tutti gli strumenti, ma anche molte altre iniziative come corsi speciali d’insieme per giovani band (già formate) e band anche non più giovanissime, per amatori di qualsiasi età, e molto altro che prenderà forma durante i lavori in corso.

L’Accademia ha un corpo docente qualificato dal lato accademico ma anche artistico, per poter indirizzare bene gli allievi anche all’interno del mondo della musica. Ci sono maestri come Antonio Diotallevi, coordinatore dei docenti, Franco Radicchia e Graziano Brufani oltre a giovani talenti, ma già con molta esperienza didattica alle spalle, come Lorenzo Bisogno.

Il titolo “Accademia” non deve spaventare coloro che vogliono avvicinarsi allo studio della musica per la prima volta, anzi, il contrario, va considerata come un’opportunità oltre che un privilegio frequentarla e farne parte. Il termine “Accademia”, sta per prospettiva di studio a larghe vedute, costituita da un corpo di professionisti che operano per uno stesso obiettivo: arricchire gli allievi di conoscenza ed esperienza accertata, aiutare i talenti ad emergere sotto l’aspetto artistico e anche quello umano, far comprendere anche ai meno “portati” “la legge del tempo” (alla base del linguaggio musicale) cercando la semplicità, talvolta anche inconsueta nella metodologia di insegnamento che abbia effetti incentivanti e non demoralizzanti.

La definizione di “Scuola di Musica” attualmente potrebbe essere un termine riduttivo se pensiamo che gli stessi Conservatori Statali Musicali di Stato, ormai convertiti ad’ Università (D.P.R. n.212 del 2005), hanno aderito e inserito programmi alternativi ai consueti programmi classico-ministeriali, come la musica leggera (Pop Rock) e la musica Jazz con tanto di teoria, letteratura e laboratori con pratica di insieme, perfino corsi specifici di informatica sulla conoscenza dei software musicali più usati, ormai indubbiamente indispensabili sotto ogni aspetto sia didattico che ai fini della professione: ed è su questi attuali parametri che come molte strutture accademiche in tutta la Nazione, l’Accademia Ascesi, nata con il patrocinio del Comune di Assisi, grazie alla chiara competenza del corpo docenti sarà collaborativa (in attesa di convenzione) con il Conservatorio Statale di Musica F.Morlacchi di Perugia istituendo al suo interno i corsi di preparazione pre-laurea e pre-accademici.

Centro artistico multifunzionale

La struttura multifunzionale rivolta a tutta la regione e non solo, unica nel territorio per le sue caratteristiche, nasce per offrire una nuova gamma di servizi professionali dedicati alla cultura della musica, in particolare a studenti, musicisti professionisti e non.

Il centro è costituito da due sale di registrazione completamente autonome che possono ospitare da un minimo di 10 fino a un massimo  di circa 50 musicisti contemporaneamente, per dare supporto a medio-grandi orchestre, big band, gruppi musicali di vario genere, adatta altresì ad offrire realizzazioni musicali a scopo televisivo, radiofonico e cinematografico, pronta ad attivare un servizio di Editoria e Produzione propria con tanto di Etichetta Discografica Indipendente, ad offrire un’Agenzia artistica che prevede la creazione di una piattaforma web dedicata all’offerta di cantanti, musicisti, strumentisti e artisti vari, nonché organizzare piccoli e grandi eventi artistico/musicali e tanto altro, non ultimo, ma non per importanza, la creazione di una orchestra stabile della Città di Assisi.

La mission è quella di favorire la creazione di nuove figure professionali operanti nel campo artistico-culturale, incrementare la loro crescita professionale, proporre e fornire ai medesimi una opportunità di formazione specializzata con lo scopo di elevarne le competenze artistiche e la sensibilità, favorendo anche sinergie ed aggregazione tra i vari settori.

Stefano Zavattoni

Il Maestro Stefano Zavattoni, pianista e direttore d’orchestra, nasce a Foligno il 19 dicembre 1970. Oggi autore affermato di musica leggera strumentale e non, per fini televisivi e radiofonici, inizia i primi studi musicali all’età di sei anni nella scuola privata del Vescovato di Assisi sotto la guida di Alberto Ciammarughi e si diploma in pianoforte nel 1994 presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia sotto la guida di Anna Maria Pesce. La forte passione fin dalla giovanissima età per la composizione, l’orchestrazione e l’arrangiamento in generale comincia a prendere il sopravvento oltre al fatto di essere comunque un pianista molto versatile. Nel corso degli anni ha collaborato anche con tutti i più grandi della canzone e della musica italiana, tra i quali Gianni Morandi, Riccardo Cocciante, Fiorella Mannoia, Angelo Branduardi, Adriano Celentano (www.stefanozavattoni.it).

www.amassisi.it

Ufficio stampa

Danilo Nardoni

Lascia un commento