12.6 C
Bastia Umbra
6 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

ASSISI ANCORA UNA VOLTA E’ SET DELLA FICTION “CHE DIO CI AIUTI 7”.

Iniziate oggi pomeriggio nel centro storico le riprese che dureranno fino al 31 ottobre. Il sindaco Stefania Proietti: “Occasione per mostrare la straordinaria bellezza della nostra città”

E’ iniziata oggi pomeriggio la seconda tranche di riprese della fiction “Che Dio ci aiuti”, giunta alla settima stagione, riprese che dureranno fino a fine mese. Dopo il primo step della seconda metà di luglio nel centro storico di Assisi si rivedono gli attori e le attrici della serie che sarà trasmessa su RaiUno.

Il set della prima giornata ha visto oggi le telecamere accendersi in piazza della Chiesa Nuova, domani sarà la volta della terrazza dell’hotel Subasio in piazza San Francesco e a seguire altre location del centro come Corso Mazzini, via Metastasio, il Palazzo del Capitano del Popolo.

Le riprese della popolare fiction, che attira sempre curiosità e apprezzamento, si concentrano sulle imprese dei protagonisti come Elena Sofia Ricci (Suor Angela), Francesca Chillemi e Valeria Fabrizi (Suor Costanza) e al Convento degli Angeli Custodi si continuano a vivere esperienze e amori.

Confermato anche in questa seconda parte di riprese il set allestito all’interno dell’hotel Subasio, struttura simbolo della città che riapre le porte per ospitare la troupe di “Che Dio ci aiuti 7”.

“Per l’amministrazione comunale e la città – ha affermato il sindaco Stefania Proietti – è motivo di grande soddisfazione ospitare per il secondo anno a fiction “Che Dio ci aiuti” perché ci dà l’occasione di mostrare in prima serata sulla rete Rai la straordinaria bellezza di Assisi. La fiction prodotta da Lux Vide (stessa produzione di Don Matteo) è sempre molto seguita dal pubblico, raggiungendo share di ascolti record e si trasforma in una bella occasione di promozione turistica del nostro territorio”.

 

17/10/2022

Stemma
__________________
Ufficio Stampa
Città di ASSISI

Lascia un commento