14.9 C
Bastia Umbra
28 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Economia

APPROVATE IN CONSIGLIO COMUNALE LE NUOVE TARIFFE TARI PER IL 2022.

Il consiglio comunale ha approvato le nuove tariffe della Tari (la tassa sui rifiuti) per le utenze domestiche e non domestiche, tariffe che quest’anno subiranno un leggero aumento compreso tra il 6 e il 9 per cento.

A causa del Pef (Piano economico finanziario) che ha previsto aumenti dei costi di gestione della raccolta e smaltimento dei rifiuti calcolati secondo il metodo Arera, l’amministrazione comunale è costretta a far fronte al rincaro rivedendo le aliquote della Tari.

Dal proprio bilancio ha stanziato una cifra consistente, pari quasi a 500 mila euro, per abbattere l’incidenza degli aumenti che senza questo stanziamento sarebbe stati sicuramente più alti. Non è stato possibile prevedere la riduzione per le utenze non domestiche che hanno subito limitazioni di attività (filiera turistica e commerciale) perché non ci sono stati i ristori del governo  che avevano permesso lo sconto anche del 14 per cento.

Appena 10 giorni fa, l’Auri (Autorità umbra rifiuti e idrico) aveva comunicato ai sindaci della regione le percentuali dei rincari e in quella sede il sindaco di Assisi aveva votato contro annunciando una serie di approfondimenti tecnici-legali-amministrativi sul Pef. Anche perché, come ha argomentato anche durante il consiglio comunale il sindaco, se la raccolta dei rifiuti dipende, per esempio per le utenze non domestiche,   anche dall’afflusso dei turisti non è comprensibile l’aumento rispetto agli anni precedenti in pieno Covid quando in città il numero dei visitatori era calato drasticamente.

Fin qui la ricostruzione relativa alla Tari, c’è da aggiungere inoltre che l’amministrazione ha previsto un fondo, di 134 mila euro, riservato alle famiglie che si trovano in condizioni di disagio economico. Un modo questo – ha sottolineato il sindaco – per andare incontro alle esigenze dei cittadini, dei nuclei familiari, più bisognosi, che vivono in una situazione di difficoltà anche nel pagare le bollette.

Con l’approvazione in consiglio comunale del “pacchetto” Tari, gli uffici procederanno all’invio degli avvisi di pagamento redatti in 2 rate, la cui prima scadenza è fissata al 31 ottobre prossimo, la seconda al 31 gennaio 2023.

 

30/05/2022

Stemma
__________________
Ufficio Stampa
Città di ASSISI

Lascia un commento