13.2 C
Bastia Umbra
6 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

Parcheggio di Piazza Matteotti. La Lega di Assisi chiede spiegazioni sullo stop alla erogazione degli abbonamenti.

ASSISI – “Non finiamo mai di sorprenderci. Fra le ultime novità, il fatto che nel Parcheggio di Piazza Matteotti non si potranno fare dei nuovi abbonamenti, almeno fino a quando non scadranno quelli vecchi, come è scritto nel cartello all’entrata”. Ad affermarlo i consiglieri del Gruppo Lega Francesco Mignani e Jacopo Pastorelli, che proseguono: “Peccato che con il rinnovo della convenzione del 2019 alla società Saba, l’amministrazione non abbia provveduto in modo lungimirante a far inserire qualche posto in più, vuoi per i residenti e per i pendolari. Del resto, è proprio ciò che chiesero i cittadini in una loro precedente mobilitazione, purtroppo inascoltata.

Ci sono più fattori che indicano che questo provvedimento in questa fase è a nostro avviso quanto mai impopolare: le ristrettezze economiche delle famiglie residenti e pendolari che data la carenza dei posti liberi per abbonarsi, non possono permettersi un parcheggio di lunga sosta, anche con tariffa agevolata; la diminuzione dei posti auto nel centro storico, riservata ai residenti a causa delle autorizzazioni per l’occupazione del suolo pubblico concessa agli esercizi ristorativi.

Autorizzazione giusta per incentivare l’economia, ma con conseguenze – proseguono i consiglieri: una popolazione sempre meno giovane che troverebbe nella comodità del parcheggio, la facilità di un carico o scarico della spesa o di altri trasporti; l’aumento del tempo di percorrenza, della spesa del carburante, dell’inquinamento dai gas di scarico e del traffico, per trovare quel posto auto che non farà altro che intasare  ancora di più i nostri vicoli; l’aumento dei pendolari che ancora una volta si troveranno a dover parcheggiare presso la Rocca Maggiore, o lungo la strada per l’Eremo, causando, come visto più volte,  un grande problema di viabilità.

Come Lega di Assisi ci domandiamo quale sia stato il senso del rinnovo della convenzione effettuata nel 2019 se nella stessa, unitamente agli interessi del privato, non tiene conto dell’interesse più importante, quello del servizio ai cittadini residenti e ai pendolari del lavoro. Anche in questa circostanza, il mancato intervento dell’amministrazione è evidente e per coloro che restano con grande forza di volontà ad abitare la nostra città, non resta purtroppo che continuare a fare grandi sacrifici, sperando che anche questa volta la ‘nottata passi il più veloce possibile’”.

 

 

Assisi, 25 marzo 2022

 

Ufficio comunicazione Lega Umbria Salvini Premier

Simona Fuso  M.

Lascia un commento