17.1 C
Bastia Umbra
18 Giugno 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Attualità Bastia Umbra

Salvato un bambino a Bastia a causa di un soffocamento.

La freddezza e la determinazione di Fabrizio Mencarelli che ha effettuato la manovra di Heimlich

Veniamo a conoscenza di una notizia che abbiamo appreso non più tardi di ieri sera e che risale a domenica 24 ottobre. Protagonisti sono il titolare della tipografia Litoprint Fabrizio Mencarelli ed una famiglia di Aprilia allorché si trovava parcheggiata con la propria auto presso la rotonda del Palio di via Roma a Bastia Umbra. La donna, in stato di forte agitazione, stava cercando aiuto alle auto che transitavano poiché il figlio si trovava in stato di necessità in preda ad un soffocamento a causa di una caramella. Prontamente si è fermato Fabrizio Mencarelli che stava alla guida del suo mezzo e, memore di corso di pronto soccorso aziendale fatto qualche mese prima, ha preso subito il bambino effettuandogli la manovra di Heimlich riuscendo a fargli risputare il corpo estraneo. Il bambino ha cominciato subito a respirare regolarmente tanto da andare lui stesso a soccorrere la mamma quasi svenuta per l’emozione.

Fabrizio resosi conto che tutto andava bene e poiché erano accorse tante altre persone è ripartito verso la propria destinazione. La famiglia si è poi recata all’ospedale di Assisi constatando che la salute del bambino era buona tanto da far ritorno a casa.

Noi di Terrenostre, appresa la notizia, siamo andati a trovare Fabrizio Mencarelli facendoci raccontare la vicenda:

“Appena resomi conto della situazione – ci dice Fabrizio Mencarelli – mi è venuto subito in mente la manovra di Heimlich perchè avevo tenuto un corso di pronto soccorso aziendale qualche tempo fa. Non ero assolutamente sicuro di riuscire nell’operazione, ma vista la situazione preoccupante mi sono assunto il rischio di fare l’intervento anche se per me era la prima volta. Quando ho visto che la caramella è stata risputata e il bambino ha cominciato a respirare regolarmente mi sono fermato. Una volta constatato che era tutto a posto e poichè erano arrivate tante altre persone me ne sono andato felice di quello che avevo fatto”.

La famiglia, una volta tornata a casa, ha fatto una ricerca sui social per rintracciare “l’angelo” che ha aiutato il proprio figlio. Ringraziandolo pubblicamente.

 

La redazione di Terrenostre si congratula con Fabrizio Mencarelli per l’esito positivo di quello che poteva essere una tragedia. Ad un Angelo che ha salvato la vita di un bambino bisogna dirgli veramente grazie.

 

27/10/2021

Terrenostre

Lascia un commento