34.6 C
Bastia Umbra
26 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Attualità

Maxi piantagione di marijuana all’interno di un appartamento di Ponte Felcino rinvenuta dai Carabinieri della Compagnia di Assisi.

Arrestato giovane ucraino da anni residente a Perugia. E spunta anche numerosa refurtiva.

Una maxi piantagione di marijuana con 50 piante di cannabis alte oltre un metro è costata l’arresto ad un 24enne di origine ucraina, già conosciuto dalle forze dell’ordine. Sono stati i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Assisi ad arrestare il giovane ucraino, domiciliato da qualche anno a Perugia, per l’ipotesi di reato di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti e per ricettazione. Era da qualche giorno che i Carabinieri, a seguito di alcune segnalazioni ricevute da persone della zona industriale di Santa Maria degli Angeli e Bastia Umbra, che avevano notato aggirarsi nei pressi il giovane ucraino e che, in concomitanza con la sua presenza si erano verificati piccoli furti di attrezzature edili, motivo per cui da qualche tempo erano iniziati i servizi di osservazione e pedinamento volti ad accertare con esattezza, il reale motivo della sua presenza in zona.

Scattate le verifiche del caso i militari si sono presentati nell’abitazione di Ponte Felcino dell’ucraino e fin da subito hanno sentito uno strano odore, che invadeva addirittura i giardini circostanti.

Il giovane, alla vista dei Carabinieri, non ha aperto la porta, sbarrandola dall’interno ed ha tentato la fuga sul tetto dell’immobile, ma alla fine i militari sono entrati nell’appartamento dove ogni camera, tranne quella da letto in cui abitava, era adibita a serra per la coltivazione, produzione e stoccaggio di marijuana; nel contempo gli operanti sono riusciti a bloccare sul tetto del terzo piano dello stabile, il ragazzo, che tentava di sottrarsi all’arresto.

I carabinieri hanno trovato 700 grammi di marijuana pronta per la vendita, foglie e resine di marijuana in fase di essiccazione, oltre a 50 piante di marijuana, di altezza variabile (dai 60 ai 110 centimetri); 5 grammi di hashish, diversi bilancini e materiale per il confezionamento e stoccaggio dello stupefacente; 7 ventilatori elettrici; 5 filtri aria con relative tubazioni; 16 lampade di vario tipo per riscaldare l’ambiente e favorire la crescita delle piante; 1 deumidificatore e 1 umidificatore; temporizzatori e termometri; 1 rilevatore di ph/acidità; numerose taniche e flaconi di fertilizzanti; 4 tende di colore nero con relative aste di montaggio per la realizzazione della serra.

Nel garage, invece, gli operanti hanno rinvenuto una massiccia quantità di refurtiva: trapani, frullini, decespugliatori, martelli pneumatici, una valigia piena di occhiali da sole, caschi da motociclista, casse acustiche per pc, televisioni di grosse dimensioni, due moto cross marca di una nota marca del valore di oltre 20.000 euro.

L’arresto è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari di Perugia e il giovane ucraino è rimasto rinchiuso nel carcere di Capanne.

E’ a disposizione dei cittadini il numero di telefono 075 8190800 della Compagnia Carabinieri di Assisi al fine di poter verificare se fra la refurtiva ci possano essere, eventualmente, oggetti di proprietà sottratti illecitamente.

Ten. Colonnello Antonio Morra

Comando Provinciale Carabinieri Perugia          

Comandante del Reparto Operativo

Lascia un commento