31 C
Bastia Umbra
27 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

Giuseppe Lucà, dipedente ANAS in quiescenza, in risposta all’articolo del 2 agosto di Pastorelli.

Nel leggere la nota del coordinatore comprensoriale della Lega Stefano Pastorelli, pubblicata in data 02/08 u.s. su Assisi News, con il titolo “Lega Assisi contro la giunta comunale di Assisi: Piano strade in ritardo per la montagna” ho pensato che non si può scendere così in basso per acquisire qualche consenso elettorale da parte di chi ignora le procedure e denigrare chi ha lavorato per il bene di Assisi in questi anni.

Chi scrive è un ex dipendente ANAS che,  negli ultimi anni della sua vita lavorativa, ha collaborato con il “Soggetto Attuatore per le Infrastrutture” ing. Fulvio Soccodato, nominato dal Capo Dipartimento della Protezione Civile a seguito del Sisma 2016, effettuando centinaia di sopralluoghi sulla viabiltà degli Enti Locali delle Marche e dell’Umbria, pertanto nel leggere la suddetta nota mi sono sentito colpito e pertanto intendo chiarire quanto è avvenuto e fare capire a chi legge che il signor Pastorelli ignora o vuol ignorare la realtà dei fatti.

Il Sindaco di Assisi, nel dicembre del 2018, per il V° stralcio, ha inviato al Soggetto Attuatore la richiesta di sopralluogo per più di 30 criticità sulla viabilità di propria competenza e alcuni di competenza della Provincia/Regione (SP251 e SR147), altri 13 sopralluoghi sono stati fatti con il VI° stralcio del 2019, preciso che in nessun comune dell’Umbria e delle Marche ho effettuato tanti sopralluoghi;.

Visto che il signor Pastorelli non conosce le procedure è il caso di informarlo: la procedura prevede la segnalazione da parte dell’Ente Proprietario della Viabilità (Comune, Provincia Regione e ANAS S.p.A.) della criticità avuta a seguito degli eventi sismici o atmosferici; a seguito del sopralluogo fatto dal Tecnico Incaricato (in questo caso io) e l’invio della “Scheda di Criticità”, la quale prevede una “Classe di Intervento” al Soggetto Attuatore per una prima valutazione e successivamente, quest’ultimo, trasmissione al Ministero di competenza per l’approvazione. Dopo l’approvazione, il Soggetto Attuatore comunica all’Ente Proprietario della Viabilità se è disponibile a effettuare la progettazione e la Direzione Lavori dell’Intervento (ben pochi Comuni sono stati disponibili a progettare e hanno lasciato tale onere all’ANAS). Il Comune di Assisi, inizialmente ha accettato di eseguire gli interventi con il proprio personale tecnico per circa il 50% degli interventi stessi (di questi il signor Pastorelli niente ha detto). Verso la fine del 2019, l’Amministrazione Comunale, nel rendersi conto (sulla scorsa di quel 50% gestito direttamente) che la sua struttura tecnica poteva progettare e effettuare la progettazione e la Direzione Lavori di tutti i lavori, ha richiesto al Soggetto Attuatore che gli venissero restituiti gli interventi stessi non più di sua competenza. È da chiarire che il Soggetto Attuatore aveva dato il benestare a quanto è stato così richiesto dal Comune, ma a tale parere positivo si è opposta l’Amministrazione Regionale (la Lega ne fa parte),  pertanto gli interventi, pur se su Strade Comunali, sono rimasti di competenza dell’ANAS S.p.A. .

Il signor Pastorelli deve sapere che l’appalto dei lavori ANAS, pur su strade comunali, sono di competenza ANAS e se l’Amministrazione Comunale ha fornito delle date di consegna dei lavori queste sono state date dall’ANAS, per cui, visto che è consigliere regionale, le domande che si pone perché non le rivolge al suo Presidente Regionale e all’ANAS S.p.A.?

05/08/2021

Dott. Giuseppe Lucà

 

Lascia un commento