8.6 C
Bastia Umbra
9 Marzo 2021
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

La grande famiglia degli ex convittori piange la scomparsa di Pio de Giuli.

Con la sua morte si vanno tristemente e fatalmente spezzando gli anelli di una catena che lo hanno visto convittore, Educatore, brillante Dirigente dell’INPS, protagonista della vita politica e culturale della città di Assisi, di cui è stato attento osservatore e testimone con la sua fine vena giornalistica.  Ha rappresentato fedelmente una generazione che modulava il realismo e la speranza, coniugando politica e cultura; ebbe il culto della famiglia, coltivò l’amicizia con spirito cristiano, fiducioso nella bontà della vita, obiettivo, sereno, l’anima sua anelante in un avvenire dominato dalla solidarietà umana.  

Pio de Giuli ha espresso in vita, pienamente, le doti umane, civili e religiose proprie dell’uomo inteso nell’accezione più completa e più nobile della parola. 

E’ stato marito e padre esemplare, geloso custode della santità della famiglia, tenerissimo ai nipoti, sacro cultore dell’amicizia, rispettoso delle leggi e di ogni altra forma del vivere civile. 

Attaccato come pochi alla grande famiglia degli ex convittori, di cui ha diretto per oltre dieci anni il Bollettino dell’Associazione, definito da lui stesso “la nostra storia” o meglio “la nostra leggenda”, lascia in tutti noi che con lui abbiamo condiviso gioie e dolori, timori e speranze uno sprone a sempre meglio operare, ai suoi cari, profondamente addolorati da tanta perdita la più calda eredità di affetti. 

Ciao Pio    

19/02/2021

Ettore Anselmo

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy