21.6 C
Bastia Umbra
19 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Oltre 25mila buongustai a caccia di porchetta

Tanti sono stati i visitatori che quest’anno hanno deciso di “onorare” la celebre sagra di Costano
BASTIA UMBRA Oltre 25mila visitatori (tra cui l’allenatore Walter Novellino), 130 le porchette preparate, un “esercito” di persone armate di buona volontà, dai più piccoli ai più grandi, oltre 2000 fan sulla pagina Facebook, 30 mila le visualizzazioni, 600 tra i mi piace e condivisioni, oltre 10000 i click sul nuovo sito, www.sagradellaporchettadicostano.it in una sola settimana. Sono alcuni dei numeri della 42esima edizione della Sagra della Porchetta di Costano, a Bastia Umbra che hanno visto un intero paese in movimento. Il programma di quest’anno è stato ricco di novità a partire, tra cui lo sfizioso “Pig Burger” e il primo concorso fotografico “Sagra della Porchetta” che – ha dettola presidente del gruppo Giovanile di Costano, Michela Migliosi, “è stato molto apprezzato con entusiasmo e curato nei minimi particolari da Paolo Esposito, da Michela e da Rita. Quindici i partecipanti, tutti umbri, esporre tre foto a testa sul tema “la Tradizione”. Un idea da allargare e perché no,il prossimo anno portarlo anche su scala nazionale”. Interesse anche peril “piccolo” e grazioso museo della porchetta voluto dal gruppo giovanile di Costano, per ricordare come un tempo veniva fatta la porchetta. “Grazie a tutti, anche questa edizione della Sagra della Porchetta è giunta al termine – ha detto ancora Migliosi -. Sono soddisfatta di come si sono svolti tutti i giorni delle sagra, dell’armonia e allegria che si respirava negli stand durante tuttele sere. Sono state 11 serate intense, emozionanti ed straordinariamente magiche”. Nel ringraziare tutto il personale della sagra e tutti coloro che sono andati a visitare la sagra, la presidente del gruppo giovanile ha annunciato che “Il futuro della Sagra sarà trovare piatti con porchetta che sponsorizzino sempre di più il nostro prodotto tipico. Il futuro è stare insieme come lo siamo stati in tutti questi anni e cercare di fareilmeglio per il nostro Paese. Presto torneremo a lavorare per l’organizzazione della 43esima edizione, promettendo a tutti i giovani del paese e non solo, che lavoreremo anche per loro”.

Lascia un commento