19.3 C
Bastia Umbra
9 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Da calciatore a runner La storia di Armando Teatro

teatroPODISMO
BASTIA UMBRA – Correre per 121 km sulle Alpi Sarentine con un dislivello positivo di 7554 metri impiegando 34 ore e 10 minuti è quanto ha fatto Armando Teatro, classe 1988, un passato da calciatore, ora runner dell’Asd Aperdifiato di Bastia Umbra, domenica 26 luglio nella “Sudtirol Ultra Skyrace” che ha preso il via alle 22 da Bolzano. I concorrenti avevano 40 ore per completare il difficile percorso di una delle più belle gare in montagna; dei circa 160 concorrenti alla partenza solo 46 uomini e 3 donne hanno raggiunto il traguardo in tempo utile. Grande impresa quindi quella di Armando, che solo qualche mese prima si era misurato con una “ultra distanza” di 103 km in Val d’Orcia chiudendo in poco più di 13 ore. Carattere solitario e istintivo di chi sa porsi oltre i propri limiti, con caparbietà e spirito di sacrificio, ma del runner ha anche la generosità e la cura degli altri, tanto che è stato capace di fare da coach a sua moglie Annarita, e portarla in pochi mesi a fare la sua prima maratona. E Armando Teatro con queste due gare raccoglie punti utili per realizzare il sogno di partecipare ad uno dei più importanti “ultra trail” del mondo, quello del Monte Bianco: intanto la Asd Aperdifiato, società affiliata all’Endas con ben 65 tesserati, oltre a Teatro può contare su altri punti di forza come Filippo Bovini, che guida la classifica del TuscanyTrail Crossing, e Alberto Dionigi, da anni spesso sul podio delle gare su sterrato e in montagna, veri specialisti dei “trail” e “ultra trail”, una disciplina che si va affermando sempre di più e che anche nella nostra regione coinvolge un sempre maggiore numero di atleti.

Lascia un commento