20.2 C
Bastia Umbra
26 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Un contributo per la cultura detraibile dalle tasse

Il tutto reso possibile da Art Bonus con cui si andrà a finanziare il restauro dell’ex chiesa di Sant’Angelo
BASTIA UMBRA Contribuire a riqualificare i luoghi cittadini della cultura e, contemporaneamente, beneficiare di detrazioni fiscali del 65 per cento. Tutto questo
è stato reso possibile dall’Art Bonus,il credito d’imposta previsto dal decreto Cultura di luglio che a Bastia Umbra andrà a finanziare il completamento del restauro
dell’ex chiesa di Sant’Angelo,intervento dal costo previsto di 430mila euro. Effettuando donazioni dirette peril restauro di beniculturali,i cittadini potranno avere
uno sconto fiscale da detrarre,in tre anni, dall’Irpef.Nello specifico, ogni contribuente che dona dei soldi per la manutenzione, la protezione e il restauro dei beni culturali e dei teatri pubblici o per il sostegno delle fondazioni liriche e degli istituti di cultura (sempre di proprietà pubblica) potrà detrarre dalle tasse
parte della somma versata. La detrazione è pari al 65 per cento per gli importi pagati nel 2014 e nel 2015 e del 50 per cento per le donazioni effettuate nel 2016. La
somma che si potrà scontare, comunque, non potrà superare il 15 per cento del reddito imponibile, per i contribuenti privati, e lo 0,5 per cento dei ricavi annui, per le imprese. Per effettuare una donazione è sufficiente un bonifico sul conto Comune di Bastia Umbra – Codice IBAN: IT 50N0200838282000029447 759 -causale:Art-Bonus erogazione liberale destinata al completamento del restauro e riqualificazione dell’ex chiesa di Sant’Angelo. Per la detrazione è sufficiente conservare
la ricevuta del versamento ed esibirla in sede di dichiarazione dei redditi.

Lascia un commento