28 C
Bastia Umbra
1 Luglio 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Sequestrati due quintali di “botti” pronti a essere venduti senza licenza

FUOCHIOperazione dei carabinieri di Santa Maria degli Angeli in azione a Bastia e Corciano

BASTIA UMBRA Razzi e giochi pirotecnici di diversa fattura per un peso di oltre due quintali e un valore superiore a 20mila euro sono stati sequestrati dai carabinieri
della stazione di Santa Maria degli Angeli nell’ambito dei controlli specifici in occasione delle feste natalizie;due perugini titolari dei altrettanti negozi, uno a Bastia Umbra e l’altro a Corciano,sono stati denunciati per detenzione e commercio illegale di materiale pirotecnico.I “botti” erano detenuti illegalmente dentro un negozio di Bastia Umbra e uno di Corciano e sono stati sequestrati dai carabinieri del maggiore Marco Sivori: gli esercizi commerciali sono risultati privi di licenze per lo stoccaggio e vendita di materiale pirotecnico,revocate a novembre 2013 dopo analoghi controlli.Il materiale, che era nascosto  all’interno di scaffalature nei pressi del registratore di cassa, aveva fra l’altro etichette non corrispondenti all’effettivo potenziale esplosivo, dato che classificavano i prodotti come appartenenti a categorie inferiori per le quali non occorre alcuna particolare licenza né per la vendita né per l’acquisto, laddove invece il materiale rinvenuto appartiene alla IV e V categoria della specifica tabella e può essere venduto solo a persone munite di idonea licenza e autorizzazione di pubblica sicurezza, stante l’elevata pericolosità della massa attiva pirica contenuta all’interno dei singoli artifizi.Le indagini dei carabinieri hanno peraltro permesso di accertare che già nel novembre di un anno i proprietari si erano visti revocare le licenze ed erano stati segnalati anche alla prefettura. I carabinieri ricordano come i controlli sui botti si inseriscano nell’ambito delle attività di prevenzione e vigilanza in ordine alla produzione, commercio e detenzione di manufatti pirotecnici che come ogni anno vengono condotti in occasione delle festività Natalizie e del Capodanno.“E’ importante da parte di tutti il massimo controllo su questa delicata materia al fine di evitare che giornate di festa possano trasformarsi in momenti bui di tragedia -scrivono i militari -il materiale pirotecnico per il quale è prevista una speciale licenza per l’acquisto ha caratteristiche tecnico costruttive e una presenza di polvere pirica
esplodente tale da poter essere particolarmente pericoloso se utilizzato da chi non è autorizzato,ad esempio bambini e adolescenti”.
Fla.Pag.

Lascia un commento