34.6 C
Bastia Umbra
26 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Attualità

I bandi in Umbria: ristrutturazioni a Terni e manutenzione a Perugia.

Sono molti gli enti che richiedono il supporto delle aziende per lavori di restauro in Umbria.

Ecco di seguito alcune informazioni su alcuni dei bandi più importanti che sono stati indetti in tutta la Regione.

Bando a Terni: l’azienda ospedaliera Santa Maria per la ristrutturazione

Scade il 9 gennaio del 2015 il bando istituito dall’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni per ricevere l’appalto per la ristrutturazione dei locali destinati alla diagnostica per immagini, con correlata forniture di nuove apparecchiature radiologiche.

Si tratta infatti di un contratto cosiddetto “misto” e quindi la ditta che vincerà la gara dovrà occuparsi della progettazione oltre all’esecuzione dei lavori di ristrutturazione, assieme all’istallazione delle apparecchiature. Lo stato delle aree è già inserito nel progetto preliminare del lavoro, ma sarà comunque richiesto un sopralluogo per permettere alle ditte di verificare lo stato dei luoghi sui quali andare ad operare.

L’importo dell’appalto ammonta a 4.067.201,71 euro, che saranno ripartiti tra i costi per il lavoro, progettazione e per le forniture. Più nello specifico l’intervento prevede una ristrutturazione sia edilizia che dell’impianto dell’area di circa 1.060 mq, che si trova al secondo piano interrato e che vedrà l’accorpamento dell’area TAC ed ecografia a quella della radiologia tradizionale; la risistemazione dell’area dedicata alla risonanza magnetica, in una nuova area con apparecchiature sempre per la risonanza magnetica più moderne (da 1,5 Tesla); la ristrutturazione dell’area ex-senologia che si trova al primo piano, con la sistemazione dell’unità di angiografia per neuroradiologia.

L’intervento come è ovvio non comprenderà alcun ampliamento, eccetto quello del secondo piano per collegare l’area centrale con l’ala nord-est.

L’appalto sarà aggiudicato a chi proporrà l’offerta più vantaggiosa, con il bando che indica come sarà valutata l’offerta più vantaggiosa, che sarà giudicata da una commissione giudicata con atto deliberativo. Nella documentazione da consegnare devono essere presenti la relazione tecnica illustrativa, con descrizione delle offerte, la relazione illustrativa del servizio successivo alla vendita, e depliant e schede tecniche. Dovrà essere compilata anche la progettazione dei lavori.

Bando a Perugia: il Comune cerca ditte per aggiustare le scale mobili

Il Comune di Perugia invece è alla ricerca di ditte che si occupino della realizzazione di lavori che possano aggiustare gli impianti di scale mobili adibiti all’esercizio del trasporto pubblico, senza sostituzione di opere civili. Per questo progetto è previsto un importo di € 1.250.000 escluse le forniture che saranno di 600.000 euro. Il progetto mette deve mettere in conto che le scale mobili non potranno essere sostituite, eccetto per la prima esterna alle Rocca, e che il cantiere sia di piccole dimensioni e che permetta quindi di poter camminare in quei punti, anche se non con percorsi meccanizzati.

L’intervento prevedrà quindi lo smontaggio e la rimozione del nastro mancorrente, lo smontaggio dei gradini, il controllo del traliccio con eventuale ripristino, ed infine il rimontaggio di una nuova scala con sistemi più efficienti.

I soggetti partecipanti dovranno essere iscritti alla Camera di Commercio per l’attività richiesta ed essere in possesso dell’attestazione di qualificazione della SOA per la categoria; devono inoltre aver già svolto un lavoro simile nei 5 anni precedenti, e devono dimostrare la loro disponibilità di mezzi tecnici e know how.

Questo bando scadrà tra più di un anno, il 31 maggio 2016. Il primo appalto è stato aggiudicato nell’ottobre del 2013, ed è a cadenza semestrale.

Qualora si cerchino maggiori informazioni su questi bandi, si invita a leggere sul sito Appaltitalia, in cui è possibile trovare tutti i bandi e le documentazioni allegate.

 20/12/2014

Silvana Rea

Lascia un commento