15.1 C
Bastia Umbra
22 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Politica

Sel Umbria su lettera fondazioni bancarie della regione.

Lettera aperta
al presidente della Fondazione CARIT
ed ai Presidenti delle altre Fondazioni bancarie umbre
Gentile Presidente,
come certo saprà i lavoratori della AST di Terni, impegnati in durissima vertenza a difesa del più importante impianto industriale dell’Umbria, sono oggetto, in questi giorni, di una ingiustificata ritorsione da parte della multinazionale tedesca: questa infatti,senza alcuna motivazione giuridica e senza che vi siano impedimenti pratici, sta omettendo  di pagare gli stipendi regolarmente guadagnati.
Si tratta, come è evidente, di una odiosa manovra ritorsiva, volta a dividere lavoratori già colpiti dalla minaccia dei licenziamenti e dai costi materiali di uno sciopero che ormai si prolunga da diversi giorni.
Ma è una manovra che può essere facilmente sventata da un intervento della sua e delle altre Fondazioni bancarie umbre , perfettamente in linea con i compiti solidaristici previsti dagli Statuti e del tutto privo di costi materiali e di rischi patrimoniali.
La CARIT e le altre Fondazioni umbre potrebbero cioè, in brevissimo tempo, costituire un fondo straordinario e temporaneo di solidarietà, con  l’unico scopo di anticipare ai lavoratori i compensi regolarmente guadagnati e indebitamente trattenuti dalla Thyssen Krupp. Il fondo, naturalmente, sarebbe automaticamente reintegrato, e le Fondazioni interamente rimborsate, non appena la multinazionale tedesca si deciderà a pagare quanto dovuto.
Crediamo che le Fondazioni potrebbero così, senza costi e senza rischio alcuno, dare un proprio concretissimo contributo alla difesa del sistema produttivo della Regione e, perché no, ad una emergenza sociale di prima grandezza.
Ringraziandola per l’ attenzione, la salutiamo cordialmente.
Terni, 1 novembre 2014
Il Coordinamento Regionale Umbria di Sinistra Ecologia Libertà
Fausto Gentili

Lascia un commento