28 C
Bastia Umbra
14 Luglio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Rotatorie nel mirino dell’opposizione

Questa sera l’amministrazione comunale dovrà rispondere ai tanti interrogativi sui temi posti dal gruppo del Pd

BASTIA UMBRA Le rotatorie tra via Roma e via Vietnam saranno argomento di discussione nel consiglio comunale di stasera – convocato per le ore 20 nella sala della consulta – grazie ad un’interpellanza del gruppo consiliare del Partito democratico. Nel documento il Pd rileva che la rotatoria tra via Gramsci e via Vietnam recentemente costruita non è stata mai consegnata completa all’uso del pubblico e che ha un punto di intersezione con via Cambogia incompleto e pericoloso. “Era sufficiente – sottolinea il Pd – un diverso progetto e un’ulteriore spesa di soli 5.000 euro per renderla più efficiente e sicura”. Quanto alla rotatoria di futura costruzione in via Roma, all’intersezione con via Gramsci e via Irlanda, per il Pd “si va a costruire una rotatoria il cui costodi 700.000 euro appare eccessivo, dato che è doppia in termini di suolo occupato ed ingombro, ma che costa circa 6/7 volte di più rispetto alla precedente. Era proprio necessario un ingombro di tale dimensione? Perché l’ennesimo progetto ha prodotto una nuova maggiorazione di prezzo? Quale ragione tecnica si adduce per giustificare una simile spesa?Perché è stato scartato il progetto precedente “a cinque intersezioni” che prevedeva meno espropri? Quando verrà consegnata definitivamente al pubblico utilizzo la “rotatoria” di via Gramsci via Vietnam considerando che è passato più di un anno dalla annunciata chiusura dei lavori?”.Domande e perplessità alle quali l’amministrazione risponderà in consiglio insieme a quelle sullo stato attuale del palazzo comunale, argomento al centro della seconda interpellanza del Pd, anche questa inserita all’ordine del giorno della seduta di stasera. Nel dettaglio l’interpellanza intende chiarire a che punto è la situazione attuale e cosa si intende fare riguardo al problema di staticità del palazzo comunale.Vale la pena ricordare che la seduta si aprirà con l’importante e attesa approvazione definitiva del progetto di rilocalizzazione dello stabilimento Isa, pronto a lasciare la sede di via del Lavoro per trasferire tutte le attività nel nuovo sito produttivo che sorgerà in via Madonna di Campagna, nella zona industriale di Ospedalicchio.Un atto molto atteso che aprirà un nuovo importante capitolo per la storia della Isa, realtà industriale fra le più importanti nel panorama regionale.Con
un’integrazione dell’ultim’ora l’ordine del giorno è stato integrato con la nomina dei consiglieri comunali delegati per il consiglio delle autonomie locali.
Sara Caponi

Lascia un commento