6.2 C
Bastia Umbra
21 Febbraio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

IL DERUTA LOTTA, IL BASTIA SI SALVA

SALVEZZA bASTIAFinisce in parità il match decisivo. Ospiti in dieci nel finale per l’infortunio di Lepri

LA RETI PORTANO LA FIRMA DI NOVIELLO PER I PADRONI DI CASA E DI FONDI PER LA FORMAZIONE DI DAVIO MATTONI

Bastia-CON UN PAREGGIO sofferto e una fatica infinita il Bastia rimane in Serie D a spese del Deruta, avendo i locali una migliore classifica (38 punti) rispetto agli ospiti (20). I locali sono stati più incisivi cogliendo un palo e fallendo il raddoppio con Cossu per una prodezza del portiere Cunzi. D’inizio e per un quarto d’ora il Deruta ha fatto la partita con il Bastia che si è limitato a controllare. Poi al 17’ il primo affondo dei locali con Fontanella in fuorigioco. Tre minuti dopo analoga manovra con Noviello in ottima posizione, ma in off-side. Al 21’ fuga solitaria di Fontanella che entra dalla destra dell’area che trafigge il portiere in uscita, ma la sfera si stampa sul palo.
E’ SOLO IL PRELUDIO della rete al 27’: Fontanella entra in area appoggia sulla sinistra a Noviello che insacca. Il pubblico di Bastia torna finalmente a sorridere.
Nella ripresa però i locali arretrano dando segni di incertezza che favoriscono il Deruta: al 5’ con Arcioni di testa sfora il bersaglio.
Al 10’ il Bastia potrebbe raddoppiare con un colpo di testa ravvicinato di Cossu, ma Cunzi sulla linea respinge di pugno. Al 20’ il Deruta in avanti e Ciccioli, nel tentativo di liberare, sfiora l’autorete. Al 34’ Eramo di testa impegna il portiere Pino. Un minuto dopo, con la difesa bastiola ferma arriva il pareggio: calcio d’angolo dalla destra di Khribech, dalla parte opposta dell’area Eramo fa da sponda per Fondi che insacca.
IL DERUTA torna a sperare sul Bastia che fa fatica anche fisicamente. Si arriva ai supplementari. Nel primo tempo al 10’ Gibbs aggira il portiere bastiolo, ma Annibaldi a recupera e libera.
Nel secondo tempo supplementare l’ottimo Lepri si infortuna e il Deruta in dieci non trova più la via delle rete.
Massimo Stangoni
bartolucciBartolucci: ’Dovevamo salvarci un mese fa’Mattoni recrimina: «Abbiamo dato tutto»

Bastia-LA SQUADRA È SALVA, ma dopo oltre 120’ minuti di sofferenza il volto del presidente Paolo Bartolucci non è disteso: «Sono grato ai ragazzi per il grande impegno e sono soddisfatto del risultato, che avremmo dovuto centrare almeno un mese fa».
Rabbia nelle file del Deruta dove dopo una corsa bella e straordinaria l’obiettivo salvezza non è stato raggiunto. «Non posso rimproverare niente ai ragazzi — ha dichiarato mister Mattoni — che hanno dato tutto senza risparmiarsi. Se avessi avuto la piena disponibilità della rosa, forse l’esito sarebbe stato diverso».

BASTIA 1 -DERUTA 1
PRIMO TEMPO 1-0
BASTIA: Pino, Gentili, (41’ st Annibaldi), Stoppini, Barra (31’ st Manea), Cossu, Ciccioli, Toma, Mattia, Marchetti, Fontanella, Noviello (26’ st De Santis). (A disposizione: Mancioli, Venere, De Pasquale, Bianchini, Baccarini, Fanini). Allenatore Beoni.
DERUTA: Cunzi, Minelli, Pilleri, Arcioni, Eramo, Cristaudo (10’ st Tinca), Piccione, Pacalau (10’ st Lepri), Fondi, Castellucci (26’ st Gibbs), Khribech. (A disposizione: Laloni, Bellucci, Bellavita, Farnesi, Sacchetti, Atzei). Allenatore Mattoni.
Arbitro: Paride De Angeli di Abbiategrasso.
Marcatori: Noviello 27’ pt, Fondi 35’ st.
Note: Ammoniti Khribech, Pacalau, Fondi e Piccione del Deruta, Marchetti e Ciccioli del Bastia. Calci d’angolo 6 a 3 per gli ospiti. Spettatori: circa 800.

Le pagelle Bastia
Cossu e Ciccioli due forti baluardi difensivi Mattia offre qualità, Marchetti la generosità

PINO 6,5: pur incerto nelle uscite, ieri ha fatto abbastanza bene.
GENTILI 6+: il giovanissimo difensore esordiente ieri si è battuto come un leone.
Annibaldi 6,5: ha avuto il merito di evitare lo svantaggio.
STOPPINI 6,5: affaticato più di sempre è rimasto in campo nonostante i crampi con impegno encomiabile.
BARRA 6,5: si è battuto con grande determinazione rischiando quando ha accettato la sfida.
Manea 6: bene.
COSSU 7: ha fatto quanto richiesto e più, sfiorando la rete di testa negatagli da una prodezza del portiere.
CICCIOLI 7: non ha mollato mai, con qualche errore, ha riscattato ieri una stagione difficile.
TOMA 6,5: sempre vigile, ha retto atleticamente.
MATTIA 7: si è battuto senza risparmiarsi, esprimendosi con la consueta qualità.
MARCHETTI 6,5: non impeccabile, ma generoso.
FONTANELLA 6,5: utile fino a quando ha ceduto fisicamente.
NOVIELLO 7: decisiva la sua esperienza anche se non in perfetta forma.
De Santis 6: prova dignitosa.
Le pagelle Deruta
Anche Cunzi e Kribech tra i migliori Pilleri, Eramo e Arcioni davvero importanti

CUNZI 7: non è stato molto impegnato, ma ogni volta pronto a rispondere. Decisivo sul colpo di testa di Cossu.
MINELLI 6: ha giocato sulla fascia con attenzione e senza sbavature.
PILLERI 6,5: oltre alla fase di copertura ha operato sulla fascia in fase offensiva.
ARCIONI 6,5: ex del Bastia si trova bene nel ruolo di incontrista e, se necessario, di regista.
ERAMO 6,5: difensore centrale che non rinuncia ad andare avanti. Decisivo il suo passaggio a Fondi per la rete.
CRISTAUDO 6: nel primo tempo solo difensore, nella ripresa anche in avanti, sostituito al 10’ st da Tinca che ha ben operato.
PICCIONE 6: giocatore ordinato che rispetta le consegne e utile nella manovra.
PACALAU 6: come laterale destro ha fatto il suo dovere al 10’ st sostituito da Lepri, il giocatore che per quanto è stato in campo, ha fatto la differenza positivamente.
FONDI 7: prima punta è sempre lì pronto a colpire, sua la rete che ha portato ai supplementari.
CASTELLUCCI 6: ha smistato molti palloni non sempre ben utilizzati.
Gibbs 6,5. E’ stato molto pericoloso.
KHRIBECH 7: il giovane marocchino è dotato di un dinamismo impressionante, qualche volta troppo irruento.

Lascia un commento