23.8 C
Bastia Umbra
12 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Bartolucci scommette sul suo Bastia e Milioto sprona i tifosi

loris beoniSerie D Dopo una stagione travagliata i biancorossi si giocano la salvezza nel derby (ore 16). Beoni può contare sulla miglior formazione

Bastia -E’ INCREDIBILE per il Bastia dover disputare i play-out giocandosi oggi nello scontro diretto con il Deruta tutta la stagione.
Il Deruta è avversario tosto che nell’ultima partita di campionato al Comunale, lo scorso febbraio, ha prevalso per 2 a 0. In questa ultima fase della stagione, inoltre, ha dato segni di ripresa facendo punti risultati decisivi. Unico vantaggio per il Bastia sono i due risultati utili: la vittoria e il pareggio. Nelle ultime sei gare, però, la squadra locale ha fatto solo un punto, in trasferta a Gualdo.
«E’ stato quasi un incubo — confessa il presidente Paolo Bartolucci —. Basta pensare che a sei partite dalla fine sembravamo lanciati verso i play-off e poi siamo stati risucchiati nei play-out». Non è stata una stagione tranquilla, ma segnata da tanti sussulti. Per un insanabile contrasto con il presidente è arrivato l’esonero di Lamberto Magrini, tecnico di levatura che aveva accettato la guida del Bastia per fare un’esperienza nuova che lo rilanciasse.
IL SUO SOSTITUTO, Massimo Cocciari, allenatore per la terza volta a Bastia, dopo poco più di due mesi ha gettato la spugna ed è così arrivato Loris Beoni. Anche il Direttore generale Doriano Aglini, arrivato a Bastia all’inizio del 2013 contribuendo a salvare la squadra nella precedente stagione in serie D, dopo l’esonero di Magrini ha scelto di lasciare il Bastia.
Quest’anno è andata peggio dell’anno scorso. «Anche per una serie di condizionamenti esterni — sottolinea Bartolucci — sui quali al momento preferirei non addentrarmi». Il riferimento è evidente a chi ha lasciato il gruppo con ‘rancore’, che semina zizzania.
«Oggi, la situazione è migliorata, anche rispetto a due settimane fa. Abbiamo lavorato sulla squadra — rileva il presidente — per restituire ai ragazzi le motivazioni che sembravano perdute. Lo sforzo l’abbiamo fatto insieme allo staff tecnico operando sulla testa più che sulle gambe dei giocatori. Ho voluto, inoltre, lanciare un appello ai tifosi perché siano sugli spalti a sostenere la squadra in un momento decisivo. Oggi, ci giochiamo il futuro del Bastia e vorremmo vedere al nostro fianco tutti coloro che amano il calcio».
UN LAVORO sui tifosi l’ha fatto anche il Ds Agostino Milioto. «Ho chiesto ai supporter di non rinnegare se stessi e testimoniare l’attaccamento ai colori della società». La rosa è quasi completa ad eccezione di Pierotti, squalificato, mentre il giovane Palavisini ha qualche risentimento.
BASTIA (4-1-4-1): Pino, De Pasquale, Stoppini, Mattia, Cossu, Ciccioli, Fanini, Marchetti, Noviello, Fontanella, Baccarin. All. Beoni.
Massimo Stangoni

Lascia un commento