7.5 C
Bastia Umbra
20 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Simona Carosati ricorda la festa della Liberazione

Non c’è città, nel nostro Paese, in cui non sia presente almeno una via, una piazza, un quartiere che ci ricordi  la data del XXV Aprile: ma non tutti, specialmente i più giovani, conoscono l’importanza di questa ricorrenza, i motivi che hanno spinto a ricordare solennemente l’anniversario della Liberazione  con una festa Nazionale. Una data che simboleggia non solo la fine di venti anni di fascismo e cinque di guerra, ma rappresenta anche l’inizio di un percorso storico che porterà al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta tra monarchia e repubblica, alla nascita della Repubblica e alla stesura della Costituzione. Rendere vivo quel ricordo significa trasmettere nello stesso tempo conoscenza storica e senso di appartenenza per chi, come noi, ritiene ancora importante fondare la propria identità sulla memoria e non considera il passato come un ingombro di cui liberarsi, da semplificare o stravolgere.
Ricordare il 25 aprile vuol dire dare la possibilità a chi non c’era di
conoscere quel giorno in cui l’Italia ha riconquistato la libertà, aiutare a transitare nel presente una storia lontana, forse troppo carica di orrori per essere frequentata volentieri dai giovani, per suscitare ancora passioni civili. In ricorrenze come queste è troppo facile essere scontati o cadere nella retorica resistenziale; per questo ci limiteremo a ricordare che il 25 aprile non è solo un momento di ricordo per un evento del passato, ma un impegno sempre attuale: i valori di democrazia, libertà individuali e uguaglianza di tutti i cittadini non sono da ritenere definitivamente acquisiti, ma vanno difesi giorno per giorno non più sui campi di battaglia, ma nei nostri comportamenti quotidiani e nelle nostre scelte politiche.
25/04/2014
Simona Carosati Sindaca

Lascia un commento