13 C
Bastia Umbra
29 Febbraio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Ti racconto l’amore che muove il sole e l’altre stelle

BOCCISCARLATTIAl teatro Esperia lo spettacolo con Daniela Scarlatti e Cesare Bocci, che propone liriche e lettere

BASTIA UMBRA – Cesare Bocci e Daniela Scarlatti portano al teatro Esperia di Bastia Umbra il loro spettacolo “Parole d’Amore”, in programma oggi alle ore 17.
Un excursus nella poesia italiana dai suoi albori ai giorni nostri. Attraverso una selezione di liriche e lettere d’amore dei poeti e romanzieri che hanno fatto grande la nostra letteratura, viene man mano evidenziando si come si sia modi ficata la lingua ma anche il concetto d’amore, nell’arco dei secoli. E il costante dialogo degli attori con la musica, fa scoprire “un’altra poesia”, quella che nasce dalla fusione dei versi con le atmosfere suggerite e delineate dalla voce e dalle note. La musica, quindi, non fa solo da contrappunto alle performance degli attori, ma vi si integra dando corpo ad un unicum che mira ad avvolgere completamente lo spettatore con l’espressione poetica ancora troppo trascurata sulle tavole dei palcoscenici.
Lo spettacolo propone una selezione di liriche e lettere d’amore dei poeti e romanzieri che hanno fatte grande la letteratura italiana, evidenziando non solo come è cambiata l’idea stessa di amore nei secoli ma anche come si è modificata la nostra lingua. Da quello del Dolce Stil Novo all’amore dei nostri giorn ì, Cesare Bocci e Daniela Scarlatti, accompagnati dalla fisarmonica di Luca Colantonio, procedono toccandone ogni aspetto: romanticismo, gelosia, sublimazione platonica, purezza ideale, sensualità, passione, erotismo, disincanto, ironia.
Dall’amor cortese di Guido Guinizzelli a quello vorace, popolare, roma-nesco di Trilussa, a quello postribolare descritto dal poeta futurista ‘minore” Escodamé (al secolo Michele Leskovic), a quello moderno e ironico cantato da Stefano Senni.
I protagonisti
Daniela Scarlatti, attrice di teatro, cinema e televisione, nota per aver interpretato, dal 1999 alla fine del 2000, il personaggio della madre single Silvana Canale nella soap opera di Canale 5, Vivere. Tra gli altri lavori, ricordiamo; i film Caccia alle mosche, regia di Angelo Longoni (1993) e Mai + come prima, regia di Giacomo Campiotti (2005), e le fiction televisive li maresciallo Rocca 3, regia di Giorgio Capitani e Josè Sanchez 2001), Mozart è un assassino, regia di Sergio Martino (1999) Una vita in regalo, regia di Tiziana Aristarco (2003) Raccontami regia di Riccardo Donna, Tiziana Aristarco e Un posto al sole d’estate I (soap opera). Nel 2008 è tra i protagonisti della serie televisiva di Rai 2, Terapia d’urgenza nel ruolo della caposala Giulia Graziosi.
Cesare Bocci, nato e formatosi come attore nella sua regione, le Marche, si è affermalo sia a teatro che al cinema e in tv come interprete di importanti seriai: per il grande pubblico televisivo Bocci è Mimì Augello, amico e collega del commissario Montalbano di Camilleri. In teatro ha interpretato i musical “La Piccola Bottega degli Orrori”, “Sweet Charity” e “La Cage aux FoIles2 (Il Vizietto) con cui, insieme a Massimo Ghini, ha vinto, nel 2012, il premio Flaiano.

Lascia un commento