8.1 C
Bastia Umbra
30 Novembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Taglio dei pioppi,caso aperto

fratellSEGNALAZIONE ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA

BASTIA UMBRA —IL TAGLIO di decine di pioppi nella cosiddetta ansa del fiume Chiascio la scorsa estate è questione ancora aperta. L’ultimo atto ufficiale reso pubblico è il sopralluogo di tecnici a fine agosto, inviati sul posto dal Comune e dalla Provincia di Perugia. A prendersi carico dell’istruttoria sono i tecnici comunali che hanno effettuato una verifica per stabilire le proprietà dei terreni degli abbattimenti. La maggior parte riguarda la famiglia Franchi dove negli anni Novanta è stata coltivata una pioppeta, e in parte il percorso verde attrezzato e le sponde del fiume Chiascio. Il sindaco Ansideri, ha parlato di ‘scempio’ di fronte al quale il Comune avrebbe preso le necessarie misure. Quali? «L’istruttoria dei tecnici è conclusa – sottolinea il vicesindaco Francesco Fratellini (foto) -. Si è stabilito che il taglio-alberi è stato fatto senza autorizzazione per cuiil fatto è stato segnalato all’autorità giudiziaria».

Lascia un commento