5.7 C
Bastia Umbra
1 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Ricordo perenne del dramma dell’Olocausto

“Quel che resta del giorno” vara una serie di iniziative perché il giorno della memoria sia sempre presente 

BASTIAUMBRA “Quel che resta del giorno”è il titolo dell’iniziativa con la quale la città ricorderà le vittime della Shoah e del nazifascismo. L’evento è in programma per lunedì, giorno in cui si celebra la Giornata della memoria dedicata alle vittime dell’Olocausto,per tutta la durata della quale,come disposto dalla presidenza del Consiglio dei ministri, anche a Bastia Umbra sarà esposta a mezz’asta la bandiera nazionale ed europea sugli edifici pubblici,in segno di memore omaggio alle vittime dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. La sera, invece, a partire dalle 21,il cinema teatro Esperia ospiterà l’evento ad ingresso libero“Quel che resta del giorno”, organizzato dall’assesorato comunale alla cultura, con letture di poesie a cura dell’Accademia degli sbalzati di Antonino Marziano ed esibizioni canore del coro di voci bianche Aurora diretto da Stefania Piccardi. A memoria dell’olocausto, sul palco sarà letta una selezione delle poesie e racconti dei ragazzi superstiti del “ghetto di Terezìn”di Boemia,a quaranta chilometri da Praga,dove decine di migliaia di giovani vennero reclusi, in attesa di ulteriori deportazioni nelle quali trovarono la morte.“Celebrazioni come questa – sottolinea l’assessore alla cultura Fabrizia Renzini – sono fondamentali affinché il tempo non cancelli fatti e atrocità simili e, soprattutto, sollecitino anno dopo anno una riflessione attenta su quanto accaduto”.La memoria è obbligatoria su certi eventi che hanno segnato il mondo.

Lascia un commento