12 C
Bastia Umbra
6 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

La stagione a Bastia si fa per “vedere bello”

ESPERIA DE ANDREIl teatro Esperia intraprende un nuovo corso e sfodera un cartellone caleidoscopico di 14 spettacoli: matineé per le scuole, pomeriggi domenicali, live serali e bella prosa

di Sabrina Busiri Vici
PERUGIA – “Vedere bello” è lo slogan che accompagna il nuovo corso del teatro Esperia di Bastia Umbra tornato a proporsi al suo pubblico con una programmazione caleidoscopica.Una vitalità impressa dall’amministrazione comunale che con uno specifico bando ha dato in gestione il cinema teatro alla compagnia Pic colo Nuovo Teatro e all’associazione Zona Franca.Le due realtà umbre, si ricordi che Zona Franca ha anche la gestione del teatro Lyrick,hanno unito le loro professionalità e forze nell’associazione Tèatri per lavorare su un cartellone di 14 appuntamenti concentrati in tre mesi,da febbraio ad aprile, spalmati in diverse fasce orarie da matineé per gli alunni delle scuole (Matineé scuola) ai pomeriggi domenicali per le famiglie (Le meraviglie delle5)per passare agli aperitivi e live serali (Young plugged) e concludere con l’appuntamento serale con la prosa (Frutti di stagione). Ancora allo studio altri due contenitori:Cinemaria dedicato ai viaggi nel grande schermo che potrebbe partire con un progetto su Fellini e, infine,In punta di piedi dedicato alla danza. Il cartellone è stato presentato ieri in Provincia a Perugia dall’assessore Fabrizia Renzini e dagli organizzatori,Giorgia Ceccarelli della compagnia Piccolo Nuovo Teatro e Paolo Cardinali di Zona Franca, ospiti dell’assessore Donatella Porzi. Il sipario si alzerà il 14 febbraio. Nel giorno di San Valentino saliranno sul palco I Quintorigo con il loro tour Jimi Hendrix Experience,personalissimo tributo all’idolo mondiale che ha rivoluzionato il rock. Da qui si va avanti con la musica che si mescola alla poesia e alla prosa come nello spettacolo “Storie di Futbol” con Eugenio Allegri e Roberto Ciammarughi; in “Ci Manca Totò” di e con Stefano Benni e Fausto Mesolella,nonché musica e teatro con il tributo a Fabrizio De Andrè firmato Andrea Scanzie Giulio Casale(in foto).Ancora poesia in un excursus lungo 200 anni che impegna Cesare Boccie Danila Scarlatti in “Parole d’amore. L’unione tra danza e teatro è messa in scena dalla compagnia Quelli di Grock(Il Giardino)e dall’appuntamento matinèe con Art N/veu (L’uccello di fuoco). Sul fronte delle proposte musicali ci sono da segnalare Paolo Jannacci con lo spettacolo dedicato al padre, la giovanissima Erica Mou e l’ormai collaudato duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Non mancano il teatro comico conla compagnia Donati-Olesen e i pupazzi e burattini con lo spettacolo firmato Mario Mariobassi, Pimpa, con Cappuccetto Rosso del Teatro dell’Archivolto e Pinocchio messo in scena dalla Compagnia della Rancia.

Lascia un commento