9.4 C
Bastia Umbra
7 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

I Frati Minori dell’Umbria: >.

Papa Francesco e Monsignor Gualtiero Bassetti

La voce che nel perugino e nella valle spoletana circolava da alcuni giorni, incerta e indiscreta, ha trovato oggi la conferma più che autorevole dalla stessa voce di Papa Francesco: S. Ecc. Mons. Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, sarà presto Cardinale.
Il Porntefice ne ha dato l’annuncio questa mattina al termine della preghiera dell’Angelus in piazza San Pietro:
«Come è stato già annunciato il prossimo 22 febbraio, festa della Cattedra di San Pietro, avrò la gioia di tenere un Concistoro, durante il quale nominerò 16 nuovi Cardinali, che – appartenenti a 12 nazioni di ogni parte del mondo – rappresentano il profondo rapporto ecclesiale fra la Chiesa di Roma e le altre Chiese sparse per il mondo.
Il giorno seguente presiederò una solenne concelebrazione con i nuovi Cardinali, mentre il 20 e il 21 febbraio terrò un Concistoro con tutti i cardinali per riflettere sul tema della famiglia».
Il Papa prosegue, poi, elencando uno ad uno i nuovi porporati “elettori” (in quanto con meno di 80 anni) a cui aggiungerà tre Arcivescovi emeriti che si sono distinti per il loro servizio alla Santa Sede e alla Chiesa.
Per tutti loro, ed in particolare per S. Ecc. Mons. Gualtiero Bassetti, i Frati Minori dell’Umbria innalzano una preghiera di ringraziamento a Dio Padre e datore di ogni carisma, e insieme invocano lo Spirito – che oggi contempliamo scendere sul Figlio nelle acque del Giordano – perché svolgano questo nuovo servizio, secondo le stesse parole del Papa pronunciate all’Angelus, «lasciandosi invadere dall’amore» e aiutino la Chiesa tutta, insieme al Santo Padre e ai confratelli Cardinali, a riscoprire quanto questo sia il «grande tempo della misericordia», misericordia vera che spinge alla carità vera «che condivide e si fa carico del disagio e della sofferenza del fratello».

12/01/2014
Ufficio Stampa dei Frati Minori di Umbria e Sardegna

Lascia un commento