13 C
Bastia Umbra
8 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Lo sport come integrazione sociale

L’EVENTO DI BASTIA
All’evento «Io ho diritto» si è parlato dell’accesso alle discipline per i soggetti con disabilità

di LUANA PIOPPI
BASTIA UMBRA — Tutelare ancora di più il diritto allo sport delle persone con disabilità. Di questo si è parlato sabato scorso, presso la sala Europa di Umbria Fiere di Bastia Umbra, nel corso del convegno dal titolo “lo ho diritto”. L’iniziativa – promossa dal Cip Umbria e da Inail Umbria con il patrocinio di Unicef, dell’Istituto Prosperius, Noi per uno di noi, Eds (Evolution Driving School), Zerobarriere – aveva l’obiettivo di parlare dell’articolo 30 della convenzione Onu su “Diritta allo sport delle persone con disabilità” e fare il punto della situazione in Italia ma soprattutto in Umbria. Tra i presenti, a porgere i propri saluti prima dell’inizio dei lavori, c’erano: Antonio Reppucci, prefetto di Perugia; Roberto Bertini, assessore allo sport della Provincia di Perugia; Domenico Ignozza, presidente Coni Umbria; il dottor Paolo Milia, in rappresentanza dell’Istituto Prosperius di Umbertide.
LE TEMATICHE
Ad aprire il convegno, moderato dal presidente regionale del Cip Francesco Emanuele, è stata Laura Zampa, consigliere provinciale con delega ai progetti di integrazione delle persone con disabilità nella scuola, che ha parlato di “Pari opportunità per le persone disabili a organizzare e praticare lo sport”- Subito dopo Antonella Piccotti, componente della Giunta regionale del Cip, ha trattato il tema “Bambini e disabilità, abbattere le barriere dell’esclusione”.
Nel suo intervento Piccotti ha sottolineato che lo sport aiuta i disabili a socializzare, gli fornisce un’opportunità educativa e insegna loro a convivere con l’ambiente e ciò che li circonda. Gaetano Cuozzo, presidente Cip Liguria, ha parlato di “La scuola e l’integrazione degli studenti disabili”, raccontando ciò che è stato fatto negli ultimi 40 anni dove si è passati da classi differenziate, dove venivano iscritti gli studenti disabili, al sistema attuale che prevede la presenza delle insegnanti di sostegno nelle classi dove è presente un diversamente abile.
Ha chiuso i lavori Mario Tosti,responsabile impiantistica della giunta regionale Cip e titolare del progetto “Zero Barriere”, cha ha trattato il tenia de “L’accesso ai servizi per le persone disabili che praticano sport” sottolineando l’importanza di adeguare le palestre sia per l’accessibilità sia per tutelare le persone da eventuali calamità naturali.
PRESENTI LE SCUOLE
Francesco Emanuele, infine, ha annunciato che sono state 13 le scuole dell’Umbria che hanno preso parte al bando nazionale di gara “Lo sport per tutti a scuola” 2013/14, che mette a disposizione risorse economiche per la realizzazione di progetti scolastici a livello territoriale.
In occasione di Expo Regalo 2013, all’interno del Villaggio dello Sport, era presente anche uno stand del Comitato Italiano Paralimpico Umbria dove erano esposti ausili per l’attività sportiva, materiale promozionale e pubblicitario.

enbsp;

Lascia un commento