13 C
Bastia Umbra
8 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Sport

I Block Devils consolidano il quarto posto in classifica con 15 punti

Paolucci al servizio

Incontro combattutissimo contro una coriacea Cmc Ravenna per i bianconeri del presidente Sirci che vengono a capo della contesa grazie ad una prestazione di squadra. Consueto contributo di punti di “Magnum” Atanasijevic, ma decisivo risulta l’ingresso nel quarto set di Paolucci che firma dai nove metri il punto decisivo. Quarto posto consolidato prima del doppio turno casalingo con Latina e Trento che chiuderà il 2013.

PERUGIA – Un cuore immenso quello della Sir Safety banca di Mantignana Perugia che espugna in quattro set il Pala De Andrè di Ravenna consolidando il quarto posto in classifica a quota 15 punti.
È stata battaglia vera tra i padroni di casa della Cmc ed i Block Devils del presidente Sirci. I romagnoli hanno dimostrato di valere ben più di quello che dice attualmente la graduatoria, ma i bianconeri di Boban Kovac si sono confermati ancora una volta gruppo compatto, determinato, lucido nei momenti importanti dei set e soprattutto, per l’ennesima volta in stagione, con tredici giocatori di grande livello. Anche stavolta infatti la mossa decisiva nel finale del quarto set è venuta dalla panchina con Kovac che ha inserito in regia Paolucci al posto di Mitic. “Monster” ha saputo ricambiare al meglio la fiducia dello staff tecnico, innescando a dovere i suoi attaccanti e firmando, in poco tempo, due punti, uno dei quali con il servizio che sul 23-24 ha chiuso il match facendo esplodere la festa nella metà campo dei Block Devils.
Con la ricezione (64% di positività) ed il servizio (ben 7 ace) ancora una volta fondamentali di squadra determinanti, Perugia ha beneficiato anche a Ravenna del solito importante bottino di punti di “Magnum” Atanasijevic. Per l’opposto serbo 23 palloni vincenti con 2 ace, 2 muri ed il 54% di positività in attacco. Con Petric ben marcato da muro e difesa avversari, a dare solidità sotto rete ci ha poi pensato capitan Vujevic. Il mago bianconero, oltre ad essere una garanzia in seconda linea (85% in ricezione), stasera ha dato sfoggio delle sue infinite qualità tecniche, andando a segno in pratica ogni volta con una soluzione diversa e portando alla causa 10 pesantissimi palloni vincenti (uno dei quali ha chiuso il combattutissimo secondo set).
Dato il giusto elogio alle qualità dei singoli, va comunque evidenziato come al Pala De Andrè sia uscita di forza e di carattere la squadra di Kovac, dimostrando di volere fortemente i tre punti contro un avversario che, trascinato dai suoi interessantissimi giovani Cebulj, Tillie ed il greco Koumentakis, ha lottato palla su palla per tutta la gara.
Caduto il servizio di Paolucci, i ragazzi si sono subito recati sotto lo spicchio di tribuna occupato da un gruppo di tifosi bianconeri, giunti a Ravenna per incitare i ragazzi e sempre vicini alla squadra.
Saranno proprio i tifosi i protagonisti degli ultimi due incontri del 2013, tutti al PalaEvangelisti. Il calendario prevede ora infatti un doppio turno casalingo per la Sir. Si comincia domenica prossima con Latina, la settimana successiva sarà la volta dei campioni d’Italia di Trento. Due match chiave in ottica coppa Italia. Ma, come ricorda sempre Kovac, da affrontare al massimo uno per volta.

LA CRONACA

Formazione tipo per Kovac, Bonitta schiera Mengozzi al centro in coppia con Cester. È migliore la partenza dei ravennati, che sembrano pioù convinti a muro ed in difesa, mentre i Block Devils commettono qualche imprecisione di troppo. Un maniout di Cebulj porta alla sospensione tecnica con i padroni di casa avanti 12-8. Lo stesso Cebulj e Tillie risultano spine nel fianco della difesa bianconera e un primo tempo di Cester costringe Kovac a fermare il gioco (16-10). Perugia prova a riavvicinarsi con i primi tempi di Barone e grazie al doppio ace di Mitic (18-16). Ravenna però riesce a mantenere il break di vantaggio, grazie ancora ai colpi di Tillie (23-20). Il solito colpo di genio di Vujevic ed un muro vincente di Mitic portano la Sir a -1 (23-22). È ancora il capitano nell’azione successiva a siglare la parità in contrattacco (23-23). Tillie porta Ravenna al set point (24.23). Atanasijevic porta il set ai vantaggi (24-24). Out Tillie in attacco ed è set point Perugia (24-25). Mitic spinge al servizio, mettendo in difficoltà la ricezione avversaria e Buti mette a terra il muro che chiude la frazione (24-26).
Nel secondo parziale i locali presentano il greco Koumentakis in posto quattro e Cebulj opposto in luogo di Klapwijk. C’è grande equilibrio nei primi scambi del set con i centrali Barone e Cester sugli scudi (5-5). Vujevic e Petric, con due attacchi vincenti, propiziano il primo break (8-10), ma Cebulj e Koumentakis impattano immediatamente (10-10). Sale in cattedra “Magnum” Atanasijevic. Attacco + muro ed al timeout tecnico è avanti la Sir 10-12. Va a segno anche dai nove metri l’opposto di Kovac e costringe il coach avversario Bonitta al timeout discrezionale (11-14). I padroni di casa non demordono e si riportano a contatto (15-16). Mengozzi ferma a muro Buti ed è parità (17-17) con il Pala De Andrè che diventa incandescente. Dopo l’ennesimo attacco vincente di Cebulj (19-19), Kovac decide di pararci di con i ragazzi. Cebulj prende l’asta in attacco e la Sir torna avanti (21-22). Magia di Vujevic da posto sei dopo una grande difesa di Atanasijevic (21-23). Accorcia subito Cebulj (22-23). Petric da posto quattro regala ai suoi due set point (22-24). Cester mura Atanasijevic (23-24), ma nell’azione successiva è il Capitano a chiudere di classe il parziale (23-25).
Si riparte con le formazioni del set precedente. L’errore al servizio di Tillie e due punti di fila di Vujevic (tocco morbido in attacco e muro vincente) portano subito Perugia avanti (0-3). Petric e Atanasijevic allargano la forbice (1-6). Ravenna rientra subito con il mattatore di casa Cebulj (5-6). La situazione scuote Atanasijevic che, attacco e muro, fa ripartire i suoi (5-8). Barone inchioda a muro Cebulj (7-11). Vujevic continua a dispensare perle di pallavolo (9-14). Non molla Ravenna con il greco Koumentakis (12-15). Un errore in palleggio di Mitic porta le due squadre a contatto (15-16). Petric fa girare i Block Devils (15-17), ma Tillie, con un bel maniout, certifica la parità(17-17). Sewmenzato, inserito da Kovac al posto di Barone, sigla due muri vincenti consecutivi (17-19). Si scaldano gli animi in campo ed i padroni di casa impattano con il muro del rientrante Klapwijk (19-19). Pipe a segno di Petric nell’azione successiva (19-20). Due muri di Ravenna capovolgono la situazione (21-20). Out Atanasijevic (22-20). Vujevic a bersaglio da posto quattro (22-21). Klapwijk a terra (23-21). Entra Paolucci e serve subito un bel primo tempo con Buti (23-22). Koumentakis porta i suoi al set point (24-22). Ace di Klapwijk che chiude la frazione (25-22).
Resta in campo l’opposto olandese nel quarto set. Mitic parte forte con il gioco al centro con Buti e Barone (2-3). Out Cester (3-5). Atanasijevic tira forte da seconda linea (5-8). Sul 7-9 lunghissima pausa per problemi al referto elettronico. Alla ripresa gioca meglio Ravenna che si porta subito avanti con tre punti consecutivi (10-9). Tillie in pipe porta alla sospensione obbligatoria (12-11). Ace di Klapwijk dopo il video check (14-12). Scappa Ravenna dopo l’errore di capitan Vujevic (16-13). Muro di Barone dopo una splendida azione da ambo le parti e la Sir si riavvicina (18-17). Rientra Cebulj per Klapwijk. Out Tillie ed è parità (18-18). Ace di Atanasijevic per il sorpasso bianconero (19-20). Paolucci, entrato per Mitic, manda a bersaglio prima Petric e poi ancora Atanasijevic (20-22). In rete Petric dai nove metri ed out nella pipe successiva (22-22). Ci pensa Paolucci di seconda intenzione (22-23). Koumentakis vincente (23-23). Buti chiude il primo tempo ed è match point Sir (23-24). Paolucci si presenta al servizio a piazza l’ace che chiude il match regalando tre punti di platino a Perugia (23-25).

IL TABELLINO

CMC RAVENNA-SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA 1-3
Parziali: 24-26, 23-25, 25-22, 23-25
Durata Parziali: 29, 29, 33, 41. Tot.: 2h 12’
CMC RAVENNA: Toniutti 2, Klapwijk 11, Cester 10, Mengozzi 10, Tillie 16, Cebulj 17, Bari (libero), Patriarca, Koumentakis 10, Cricca, Kauliakamoa. N.E: Jeliazkov, Goi (libero). All. Bonitta, vice all. Lucchi.
SIR SAFETY BANCA DI MANTIGNANA PERUGIA: Mitic 4, Atanasijevic 23, Buti 6, Barone 7, Petric 12, Vujevic 13, Giovi (libero), Cupkovic 2, Della Lunga, Semenzato 2, Paolucci 2. N.E.: Fanuli (libero), Della Corte. All. Kovac, vice all. Fontana.
Arbitri: Vittorio Sampaolo – Fabrizio Padoan
LE CIFRE – RAVENNA: 17 b.s., 6 ace, 48% ric. pos., 36% ric. prf., 50% att., 10 muri. PERUGIA: 11b.s., 7 ace, 62% ric. pos., 41% ric. prf., 47% att., 12 muri.

08/12/2013
Ufficio Stampa Sir Safety Banca di Mantignana Perugia

Lascia un commento