15.7 C
Bastia Umbra
10 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Al via in primavera le opere di costruzione della chiesa e della scuola

Bastia Umbra, municipioIl piano per l’area San Marco diventa realtà. Il sindaco Ansideri: “Punto di partenza per un progetto che ha notevoli potenzialità per lo sviluppo economico”

Il Comune ha firmato le convenzioni

BASTIA UMBRA Potrebbero partire già nella prossima primavera i lavori nell’area San Marco. L’altro ieri, nella sede comunale, sono state infatti sottoscritte le convenzioni destinate a scrivere il futuro dell’area in località XXV Aprile.Il primo atto, firmato dall’amministrazione comunale e da Massimo Biarella, formalizza la cessione del terreno nell’unità minima d’intervento 1,dove il piano prevede la costruzione della nuova scuola di XXVAprile.Il secondo, invece,è stato sottoscritto da amministrazione e parrocchia di San Marco e dà l’ok all’edificazione della chiesa, che sarà a carico della parrocchia stessa. “Con questi due atti – commenta soddisfatto il sindaco Stefano Ansideri – l’amministrazione ha concluso l’iter per consentire l’attuazione dei progetti definitivi delle due opere più importanti del piano San Marco, la scuola e la chiesa,e la rispettiva partenza dei lavori nella prossima primavera.Risultato ancora più importante se si considera la possibilità data agli imprenditori di investire e poter contribuire all’auspicata ripresa economica”. Sempre in tema di urbanistica, il vice sinda- co Francesco Fratellini replica alle recenti critiche giunte dal Pd.“Sulla mancata condivisione delle linee programmatiche del Prg precisiamo che la pratica era a disposizione dei consiglieri dal martedì precedente il consiglio comunale, convocato per il lunedì.L’opposizione,quindi,poteva farne richiesta per poterla visionare. Abbandonare l’aula consiliare non è un atteggiamento corretto da parte di chi ritiene di rappresentare i cittadini,perché è proprio il consiglio comunale il luogo in cui avviene il confronto e la discussione. Uscendo, si dà dimostrazione di voler sfuggire alle proprie responsabilità”.

Lascia un commento