20.3 C
Bastia Umbra
25 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Stefano Ansideri: >

Stefano Ansideri

Si trasmette di seguito la risposta del Sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri in merito al contenuto del manifesto affisso dal PD bastiolo, riguardante la gestione dei rifiuti.

“Nei giorni scorsi, in città è apparso un manifesto fatto stampare ed affiggere dal PD, che riguarda la Tares e più in generale la gestione dei rifiuti. Sul documento sono riportate delle cifre che, secondo il PD, dovrebbero essere i costi complessivi del servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti sostenuti dal Comune negli anni 2011, 2012 (completamente sballati, in quanto chi ha visionato i bilanci, forse a video, non ha avuto l’accortezza di arrivare a fine pagina) ed i previsti per il 2013.
Nonostante in risposta all’interrogazione del consigliere Bonciarelli, in Consiglio Comunale, siano stati evidenziati i dati reali in modo molto chiaro, la segreteria del PD, forse con l’intento di fare propaganda basandosi, come detto, su cifre parziali, ha continuato e continua a sostenere che l’incremento del costo complessivo del servizio sia, nella previsione 2013, di circa 800.000 €, rispetto agli anni 2011 e 2012.
Avendo poi a mente il fatto che l’Assessore Fratellini abbia poca propensione ad occuparsi di “cucina” e, quindi,  nella impossibilità di saper “girare la frittata” (come asserito dal PD), ritengo  che l’errata esposizione delle cifre, nel manifesto e nei volantini, sia da addebitare alla incapacità di leggere un documento ufficiale quale il Conto Economico allegato al Bilancio.
Per il mese di Ottobre è già programmato un incontro pubblico, dove sarà illustrato il lavoro svolto dall’Amministrazione Ansideri, dal 2009 al 2012, al fine di potenziare il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti, portandolo dal 35% al 70% di copertura del territorio, senza aumentare di un Euro la Tarsu. Nello stesso incontro, verranno mostrati i costi del progetto proposto dal gestore per coprire il restante 30% di territorio e gli stessi saranno messi a confronto con quelli della raccolta porta a porta spinta con i mastelli, sistema questo che ha comportato un risparmio di circa 60 mila euro ed il raggiungimento di oltre il 72% di raccolta differenziata,  facendo entrare, a pieno titolo, il Comune di Bastia Umbra fra i comuni più virtuosi in fatto di “differenziata”, con il plauso ed il riconoscimento della Regione.
Con il manifesto ed i volantini, la segreteria del PD sta dimostrando ai cittadini la propria inadeguatezza nell’affrontare temi d’interesse primario, con l’atteggiamento chi si ritiene infallibile ed in grado, ancora, di distorcere la realtà piegandola alle convenienze di parte”.

Il Sindaco Stefano Ansideri

Ufficio Stampa del Sindaco
Bastia Umbra, 01 ottobre 2013

Lascia un commento