15.9 C
Bastia Umbra
26 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Muore in bici durante un raduno

Settantunenne di Corciano vittima di un arresto circolatorio. Inutili i soccorsi

BASTIA UMBRA E’ finita in tragedia un raduno cicloturistico per le colline dell’Assisano.Il dramma è andato in scena nella mattinata di ieri, intorno alle 11 nella zona di Campiglione, dove un ciclista ha perso la vita a seguito di un malore improvviso.La vittima è un uomo di 71 anni, D.M., residente a Corciano ma originario della provincia di Viterbo, manager in pensione di una nota azienda del Perugino.Secondo quanto emerso dalla ricostruzione che hanno dato i soccorritori, il cicloturista stava affrontando insieme ad altri appassionati un giro fra i morbidi saliscendi ai piedi del monte Subasio, per quello che aveva tutto per essere un piacevole passatempo domenicale. A muoverlo era la passione per il ciclismo,ma anche il piacere di condividere la pratica sportiva all’aria aperta, tanto più la domenica mattina quando il traffico è meno caotico e una pedalata in compagnia permette anche di godere delle bellezze del territorio.L’itinerario che insieme agli altri partecipanti stava compiendo prevedeva qualche leggera ascesa sui colli intorno ad Assisi e le pianure della vallata.Avevano già toccato diverse località tra Assisi e Cannara quando,avviandosi sulla strada del ritorno,dopo essere passati anche per Assisi, hanno attraversato Tordibetto per poi scendere verso Bastia Umbra.Ed è in questo tratto, nei pressi del ponte sul fiume Chiascio, che la vittima ha rallentato il passo fino a fermarsi, accostandosi su un lato della strada e piegandosi in una smorfia di dolore,mentre chiedeva aiuto ai compagni.Questione di attimi prima che l’uomo si accasciasse a terra, privo di sensi, mentre un’ambulanza del 118, appena partita dall’ospedale di Assisi,già correva a sirene spiegate verso Campiglione. Giunto sul posto, il personale medico non ha potuto neanche procedere alle manovre di rianimazione. L’uomo è rimasto vittima di un arresto cardiocircolatorio,non ha più ripreso coscienza ed è deceduto sulla strada, fra lo sgomento degli amici e dei passanti. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Bastia Umbra, intervenuti per accertare i fatti.Nessun dubbio, tuttavia, sull’origine del decesso, avvenuto per cause naturali.

Lascia un commento