19.3 C
Bastia Umbra
9 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Lavori in corso:anche la Colligiana stende il Bastia

I toscani corsari al Comunale

A due facce Bel primo tempo del team biancorosso che cerca invano il riscatto dopo la rete di Sciapi Dopo Pistoia la squadra è apparsa ancora indecifrabile

di NICOLA FREDDII
BASTIA UMBRA – Doveva essere la partita della svolta, quella che avrebbe dovuto cancellare i 6 gol di Pistoia e i musi lunghi di settimana scorsa.
E invece la prima del Bastia davanti al proprio pubblico non ha fatto altro che moltiplicare gli interrogativi su un Bastia ancora indecifrabile, che regala tre punti anche alla matricola Colligiana. Già, regala. Perché il gol di Sciapi che decide il match arriva per gentile concessione della retroguardia di casa: un innocuo lancio dalle retrovie manda in tilt Mosca che esce di testa travolgendo Pierotti. A Sciapi, che è li appostato, non sembra neanche vero e va a depositare indisturbato la palla in fondo al sacco. È il 41′ del primo tempo. Prima di allora il Bastia aveva creato tanto e concretizzato niente. L’attesa tra Fontanella e Palavisini sembra già buona, quello che manca però è il concretizzatore, l’uomo da aerea di rigore. In sostanza quello che dovrebbe fare Majella una volta rientrato dalla squalifica. Fontanella è subito pericoloso dopo neanche un minuto con una girata troppo larga per impensierire Corno. Fontanella ci riprova anche di punta al 13′ e stavolta Corno è bravo in uscita a disinnescare il tentativo dell’attaccante biancorosso, poi sulla ribattuta Baccarin da due passi e a porta spalancata sbaglia tutto. Attivissimo anche Palavisini, che tenta la botta da fuori col mancino: solo potenza, la mira è imprecisa.
I tentativi della Colligiana sono limitati a un destro alto di Sciapi e ad un tentativo di incursione in area di Bandini, cancellato dall’ottimo intervento difensivo di Annibaldi. Prima del gol partita un avviso di chiamata era arrivato da Valenti, che con una conclusione dal limite aveva chiamato Mosca ad un intervento super in angolo. Lo svantaggio scuote il Bastia che prima dell’intervallo ha due sussulti. ll primo con Palavisini, bravissimo a lavorare un gran pallone al limite e a disegnare col sinistro una traiettoria imprendibile, che però trova la traversa. Il secondo con Cossu in proiezione offensiva: il centrale di Magrini mette i brividi a Conto con un colpo di testa che finisce fuori bersaglio per questione di centimetri.
Della partita emozionante e ricca di emozioni del primo tempo non c’è traccia nella ripresa. Per l’Olimpia solo due blitz del solito Sciapi. Decisivo su di lui Mosca al quarto d’ora con un intervento super sul piattone a botta sicura del bomber toscano. Il Bastia, non pervenuto, esce fuori troppo tardi, solo nel finale. Il destro schiacciato del neoentrato De Santis, ben servito da Mattia, esalta l’intervento in bello stile di Corno, che salva tutto a due passi dal triplice fischio. L’Olimpia Colligiana ha fatto la partita che doveva fare e dopo il buon pari dell’esordio contro il Gualdo Casacastalda trova il primo successo del suo campionato. Una matricola terribile che può rivestire il ruolo di outsider. Ci si aspettava una risposta o almeno un sussulto d’orgoglio da parte del Bastia. È arrivato, ma solo in parte. La prestazione del primo tempo è senz’altro incoraggiante e rispetto a Pistoia, dove il Bastia non era praticamente sceso in campo, un miglioramento si è notato. Il fatto è che 45 minuti non bastano, soprattutto perché il girone di quest’anno è tosto davvero. Il cantiere Magrini resta ancora aperto, serve tempo. Lavori in corso.
magriSPOGLIATOI

Magrini: «Creato tanto, senza segnare»

BASTIA UMBRA – «Oggi ho visto la reazione dei miei rispetto alla gara di Pistoia e questa è la cosa più importante». Queste le prime parole di Lamberto Magrini a fine gara. «Abbiamo giocato un ottimo primo tempo — continua il tecnico del Bastia — L’unico rammarico è di aver creato tanto senza segnare. In questo momento purtroppo soffriamo più di quanto dovremmo l’assenza di un giocatore come Majella. Lui è l’uomo che può concretizzare la mole di gioco che riusciamo a costruire. E poi non possiamo concedere regali ogni domenica ai nostri avversari. Il gol della Colligiana praticamente lo abbiamo fatto noi. Il nostro calo nel secondo tempo è dato anche dal gran caldo e dal fatto che i carichi accumulati in fase di preparazione non sono ancora smaltiti del tutto. Va dato merito anche ai nostri avversari — puntualizza Magrini — perché l’Olimpia Colligiana, dopo il pari col Gualdo Casacastalda, ha confermato qui a Bastia di essere una squadra ben messa in campo, molto attenta nonostante l’età media piuttosto bassa. Quest’anno non ci sono partite facili, noi però abbiamo tutto per poter fare bene. Ora dobbiamo chiudere queste due parentesi sfortunate e cercare di ripartire già dalla prossima gara».
Soddisfatto alla porta accanto il tecnico della Colligiana Molfese, che puntualizza subito: «Tutti ci dipingono come una squadretta, una matricola che non può andare molto lontano. Altri dicono che possiamo essere una sorpresa. Non lo so. La verità è che non lo sappiamo neanche noi dove possiamo arrivare. Sono molto soddisfatto. Le nostre ambizioni le valuteremo domenica dopo domenica».
N. FRE.

BASTIA (4-3-1-2) Mosca 6; Annibaldi 6,5 Pierotti 6, Cossu 5, Stoppini 6; Fabris 6(14′ st Toma 5,5), Mattia 7, Marchetti 5,5(29’st De Santis 6,5); Baccarin 5,5; Palavisini 6 (33’st Pelliccia sv), Fontanella 6,5. A disp.: Mancioli, De Pasquale, Bellavita, Manea, Baldinelli, Arcioni.All.: Magrini 6
O. COLLIGIANA (4-1-4-1) Corno 6,5; Barbaloco 6, Rosi 6, Qehajai 5,5, Cianciulli 6;Corsi 6; Valenti 6 (25′ st Mitra M. sv), Pietrobattista 6, Mirra D. 6, Bandini 5,5(32’st Taflay sv) Sciapi 7 (45’st Fontanelli sv). A disp.: Chiarugi Pagliantini, Mare, Dellagiovampaola, Alunno Carbucci, Bruni. All. Malfese 6
ARBITRO Pirriatore di Bologna 6
MARCATORE 41′ pt Sciapi
NOTE Ammoniti: Corsi, Valenti, Bandini, Cianciulli, Fontanelli (OC)- spettatori: 200 circa. Angoli 6-3 Recupero
1′ pt, 5′ st.

enbsp;

Lascia un commento